Home
DIFENDI IL TUO MARE! AL REFERENDUM DEL 17 APRILE 2016 VOTA “SÌ”! E-mail
Giovedì 10 Marzo 2016 08:24
logo_referendum_DEFINITIVO_100dpi_1

Il prossimo 17 aprile si terrà un referendum popolare. Si tratta di un referendum abrogativo, e cioè di uno dei pochi strumenti di democrazia diretta che la Costituzione italiana prevede per richiedere la cancellazione, in tutto o in parte, di una legge dello Stato.

Perché la proposta soggetta a referendum sia approvata occorre che vada a votare almeno il 50% più uno degli aventi diritto al voto e che la maggioranza dei votanti si esprima con un “Sì”.

Hanno diritto di votare al referendum tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto la maggiore età. Votando “Sì” i cittadini avranno la possibilità di cancellare la norma sottoposta a referendum.

 

Il Consiglio delle Autonomie Locali invita tutti i consigli comunali ad adottare la delibera in cui si sostiene la scelta dei Consigli regionali di proporre il referendum abrogativo di alcune norme che non consentono alle Regioni interessate dalle attività di ricerca, prospezione e coltivazione di idrocarburi di garantire il controllo delle politiche che, nell’ambito delle materie sopra richiamate, investono specificamente il proprio territorio.


Fac simile Delibera di Consiglio comunale

 

Dove si voterà?

 

Si voterà in tutta Italia e non solo nelle Regioni che hanno promosso il referendum.

Al referendum potranno votare anche gli italiani residenti all’estero.

 

 

Leggi tutto...
 
Corte Conti Sardegna. Deliberazione n. 21-2016. E-mail
Mercoledì 02 Marzo 2016 08:53

Spesa per il personale. Riduzione dell'aliquota IRAP ai sensi della L.R. n. 12/2013. Riespansione ai sensi della L.R. n. 5/2015. Violazioni dei limiti di spesa di cui all'art. 1, comma 557, L. n. 296/2006.

 

La Corte dei Conti sezione regionale di controllo per la Sardegna con la deliberazione n. 21/2016/PAR del 01 marzo 2016 ha risposto al comune di Iglesias che chiedeva di conoscere l’avviso della Sezione delle Corte “in ordine alla possibilità di non vedersi addebitato per il 2015 il mancato rispetto del tetto di spesa in materia di personale essendo lo stesso dipeso da modifiche normative introdotte dal Legislatore regionale che, dopo avere previsto la riduzione per il triennio 2013/2015, ha ridotto l’ambito temporale di vigenza del beneficio alle sole annualità 2013 e 2014”.

Con riguardo al quesito posto dal Comune di Iglesias, la Sezione di controllo sottolinea che in un precedente parere (del. n. 71/2014) aveva già rappresentato che l’applicazione di tale beneficio avrebbe, dapprima, comportato la riduzione dell’aggregato rilevante ai fini della disciplina del contenimento della spesa per il personale, e successivamente, l’aumento del medesimo aggregato al termine della vigenza di tale beneficio. Ciò con il rischio di possibili violazioni del tetto di spesa normativamente previsto (secondo l’art. 1, comma 557quater, L. n. 296/2006, dal 2014 il limite di spesa è la media del triennio 2011/2013), e della possibile applicazione delle sanzioni conseguenti alla violazione della disciplina di contenimento.

In particolare, al fine di orientare l’azione amministrativa degli Enti Locali, si raccomandava di non ignorare che la riduzione della spesa per il personale, nella misura corrispondente alla quota di riduzione dell’IRAP, non poteva essere ricondotta agli interventi di contenimento della spesa operati ai sensi dell’art. 1, comma 557, L. n. 296/2006 ma, piuttosto, doveva essere considerata una conseguenza automatica della riduzione dell’aliquota IRAP. Si segnalava, pertanto, l’esigenza di valutare prudenzialmente che al termine del regime transitorio, all’incremento dell’IRAP si sarebbe dovuta aggiungere la nuova spesa per il personale, eventualmente medio tempore assunta, e che ciò avrebbe potuto comportare seri rischi per il rispetto della disciplina di contenimento della spesa per il personale.

In conclusione, quindi, qualora cessato il regime transitorio di riduzione dell’aliquota IRAP, la spesa per il personale complessiva superi i limiti prescritti e, neutralizzando l’aumento dell’IRAP, residui un incremento della spesa per il personale, lo stesso non può essere ricondotto all’intervento del Legislatore regionale ma a scelte amministrative che incautamente non hanno tenuto in debita considerazione la transitorietà del regime di favore. Viceversa, qualora neutralizzando l’aumento dell’IRAP non si registri alcun incremento dell’aggregato spesa per il personale e il superamento dei limiti sia dovuto esclusivamente alla quota di riespansione dell’IRAP, la violazione della disciplina vincolistica non potrà essere imputata all’Ente e allo stesso non potranno essere applicate le conseguenze previste dall’art. 1, c. 555 ter, L. n. 296/2006.

 

Deliberazione n.21-2016

 
Consiglio autonomie locali, amministratori a scuola di formazione con le istituzioni europee. Un ponte tra Sardegna ed Europa per il futuro e lo sviluppo E-mail
Domenica 28 Febbraio 2016 10:48
Un ponte tra i Comuni e l'Europa che unisca la Sardegna e i gli amministratori degli enti locali e le istituzioni europee. È lo spirito che ha animato la seconda edizione del corso di formazione “I giovani amministratori del CAL Sardegna a Bruxelles”, voluto e promosso dal Consiglio delle Autonomie Locali della Regione Sardegna in collaborazione con Focus Europe. Un appuntamento importante che ha dato la possibilità a undici amministratori, accompagnati dal direttore del CAL Sardegna Luigi Mossa e dal consigliere del Cal Giuseppe Cappai, di avvicinarsi alle istituzioni europee ed acquisire i concetti di base della progettazione e delle politiche comunitarie con riferimento al sistema degli enti locali. A coordinare il lavoro dei giovani amministratori i collaboratori dell’associazione Focus Europe Cesare Festa e Daniele Gizzi. Nel corso della missione a Bruxelles i giovani amministratori hanno svolto attività di approfondimento sulle opportunità che offre l'Unione Europea con particolare sull’analisi dei programmi “Europe for Citizens”, “Erasmus Plus” e “Creative Europe”. Nel corso della trasferta in Belgio anche incontri e confronti con Andrea Murgia, Funzionario della Commissione Europea DG Politiche Regionali e Natascia Lai, esperta dell’Agenzia Esecutiva per le Piccole e Medie Imprese (EASME) che ha messo a conoscenza degli amministratori le opportunità offerte dal programma di finanziamento per la ricerca e l'innovazione “Horizon 2020”. Incontri anche al Parlamento dove, con 'eurodeputato Salvatore Cicu, si è discusso del tema insularità. Cagliari, 25.02.2016
 
Attentato sindaco Desulo, Casti: ferma condanna per vile gesto. Lo Stato non lasci soli gli amministratori E-mail
Martedì 23 Febbraio 2016 09:38
L'attentato che ha colpito il sindaco di Desulo è un attentato contro tutti i sindaci della Sardegna. Non è pensabile che, ancora una volta, un sindaco sia vittima di un simile e vile gesto. Al primo cittadino di Desulo va tutta la solidarietà dl Consiglio delle autonomie locali e del comune di Carbonia. La sicurezza dei cittadini, quella degli amministratori comunali sarà un argomento di discussione da parte del Cal. E proprio a nome del Consiglio delle autonomie locali lancio un appello alle istituzioni superiori affinché i sindaci, che sono la prima linea dello Stato nei territori, non vengano lasciati soli. Giuseppe Casti Presidente Consiglio Autonomie Locali Carbonia, 20 febbraio 2016
 
Attentato sindaco Desulo, Casti: ferma condanna per vile gesto. Lo Stato non lasci soli gli amministratori E-mail
Martedì 23 Febbraio 2016 09:38
L'attentato che ha colpito il sindaco di Desulo è un attentato contro tutti i sindaci della Sardegna. Non è pensabile che, ancora una volta, un sindaco sia vittima di un simile e vile gesto. Al primo cittadino di Desulo va tutta la solidarietà dl Consiglio delle autonomie locali e del comune di Carbonia. La sicurezza dei cittadini, quella degli amministratori comunali sarà un argomento di discussione da parte del Cal. E proprio a nome del Consiglio delle autonomie locali lancio un appello alle istituzioni superiori affinché i sindaci, che sono la prima linea dello Stato nei territori, non vengano lasciati soli. Giuseppe Casti Presidente Consiglio Autonomie Locali Carbonia, 20 febbraio 2016
 
17 APRILE 2016 referendum antitrivelle E-mail
Venerdì 19 Febbraio 2016 11:12

Il presidente del Consiglio Regionale della Sardegna ricorda che il 17 APRILE 2016 gli elettori sono chiamati ad esprimere il proprio parere sulla possibilità o meno di realizzare piattaforme di ricerca ed estrazione di idrocarburi nel mare, le così definite trivelle a mare.

 

Lettera Presidente Ganau

 
Legge Regionale n. 2-2016 "Riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna". E-mail
Giovedì 18 Febbraio 2016 09:39

Sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 6 dell'11.02.2016 è stata pubblicata  la legge regionale n.2 "riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna"

Il testo è suddiviso in 7 titoli, a loro volta ordinati in capi. Si compone di 76 articoli. I titoli ordinano le seguenti discipline:


- Titolo I (artt. 1-3) Finalità e principi.


- Titolo II (artt. 4-16) Riordino territoriale, unioni di comuni.


- Titolo III (artt. 17-31) Città metropolitana di Cagliari, norme transitorie in materia di province e in materia di polizia locale.


- Titolo IV (artt. 32-42) Norme in materia di controlli. Istituzione e fusione di comuni e disposizioni varie.


- Titolo V (artt. 43-45) Consiglio delle Autonomie Locali e conferenza permanente Regione-Enti locali.

 

- Titolo VI (artt. 46-71) Conferimento di funzioni e compiti agli enti locali.

 

- Titolo VII (72-76) Norme finali e attuative.

 

Testo della legge

 
Parere sul disegno di legge finanziaria 2016. E-mail
Martedì 16 Febbraio 2016 11:12

Il consiglio delle Autonomie Locali nella seduta del 10 febbraio ha espresso il parere sul disegno di legge finanziaria 2016.

 

Parere sul disegno di legge finanziaria 2016.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 64