Home Ultime Finanziaria regionale
Finanziaria regionale PDF Stampa
Martedì 11 Gennaio 2011 09:19

Via al piano per il lavoro

Slitta al 2012 la fusione delle università di Oristano e di Nuoro. In una seduta a oltranza, il Consiglio regionale ha approvato ieri a mezzanotte il testo del terzo articolo della Finanziaria che prevede lo stanziamento di 200 milioni di euro per il Piano straordinario del lavoro.

 

La proposta, originariamente presentata dalla giunta, era stata condivisa dalla maggioranza della commissione Bilancio, che non aveva apportato modifiche.

 

Ma in aula sono arrivati gli ottanta emendamenti aggiuntivi dell’opposizione.

 

E ieri notte il centrosinistra ha intensificato la battaglia sperando di trovare l’appoggio di settori della maggioranza di centrodestra: per alcuni emendamenti era stato ipotizzato il ricorso al voto segreto. In effetti nel centrodestra i malumori non mancano.

 

Sia per alcuni contenuti della Finanziaria, sia per la gestione politica. Ieri, assente Mario Diana, il vice capogruppo del Pdl Pietro Pittas ha riunito i consiglieri assieme all’assessore Giorgio La Spisa per cercare di superare l’incertezza: sono stati concordati alcuni emendamenti e la situazione si sarebbe chiarita.

 

Dopo questo inizio stentato (è nuovamente mancato il numero legale), l’aula in mattinata ha approvato diversi emendamenti all’articolo 2. Duecentomila euro sono stati stanziati per il restauro e digitalizzazione dei patrimoni documentari degli archivi storici diocesani, contributi alla Casa Museo Gramsci (150 mila euro) e per la tutela delle opere di Lussu (100 mila).

 

Inoltre un milione è andato per la formazione dei titolari e del personale delle piccole e medie imprese con sede legale in Sardegna, c’è un sostegno all’impiego dei lavoratori della formazione professionale. Il Consiglio ha dato anche il via libera allo slittamento al gennaio 2012 della fusione nel Polo universitario della Sardegna centrale del Consorzio universitario (Uno) di Oristano e del Consorzio universitario di Nuoro.

 

L’approvazione definitiva della manovra finanziaria (ci sono ancora da esaminare il Bilancio e il programma pluriennale) è prevista per la giornata di domani, considerata come il limite oltre il quale sarebbe necessario il ricorso all’esercizio provvisorio del bilancio.

 

 

La Nuova Sardegna, 11 gennaio 2011.