Home Ultime Meridiana litiga con gli assistenti di volo
Meridiana litiga con gli assistenti di volo PDF Stampa
Mercoledì 12 Gennaio 2011 12:16

E gli assistenti di volo dichiarano lo sciopero

 

La pace era stata siglata il 20 dicembre quando, davanti al presidente della Regione Ugo Cappellacci, era stato firmato un accordo ponte per omogenizzare il trattamento dei lavoratori Meridiana ed Eurofly (ora fusi in un'unica compagnia). 

 

 

L'incontro, che si è svolto ieri a Olbia tra i rappresentanti di hostess e steward (Anpav, Uilt e Cgil), avrebbe dovuto definire le modalità di attuazione dell'accordo ma dopo oltre tre ore di discussione i sindacati hanno rotto il tavolo. I turni di gennaio non avrebbero infatti tenuto conto dell'accordo ponte (che si basa sul contratto firmato dai lavoratori ex Meridiana nel 2009 e che secondo il tribunale di Tempio è valido fino al 2013). «L'azienda vorrebbe interpretarlo a modo suo», sottolinea Fabrizio Contino dell'Anpav, «e questo solo sulla parte normativa del contratto visto che della parte economica se ne stanno occupando i giudici».

 

 

Per Contino l'azienda temporeggia e «pur di non darcela vinta preferisce buttare i soldi cancellando i voli quando scioperiamo». Punto su cui concorda Marco Bardini della Uilt: «Evidentemente 20 giorni fa l'azienda aveva qualche riserva al momento della firma, altrimenti non si spiega il cambiamento».

 

 

MANIFESTAZIONE. I sindacati dichiarano 48 ore di sciopero, domani forse la data: «Vogliamo studiarla bene per evitare differimenti», aggiunge Bardini che precisa come l'azione di Meridiana sia inspiegabile anche dal punto di vista economico. «Quello che l'azienda dovrebbe riconoscere ai lavoratori è pari a 150 mila euro, niente contro gli 8 milioni versati ogni mese in buste paga, eppure con lo sciopero che abbiamo fatto lunedì ne ha persi 180 mila». Un altro sciopero dovrebbe poi essere indetto soltanto dalla Cgil.

 

 

«Bocciamo l'atteggiamento di chiusura della società che non vuole risolvere i problemi e vuole far cadere le colpe sugli assistenti di volo», aggiunge Roberto Pesaresi della Filt Cgil.

 

 

AZIENDA. Da Meridiana fly sottolineano come quello di ieri «sia stato un incontro meramente tecnico e ci sia la volontà di rispettare l'accordo perché utile all'azienda», dice Carlo Goria, responsabile delle relazioni esterne. Nessun commento invece sulle contestazioni e sulla decisione dello sciopero che sarà formalizzata oggi.

 

 

Da: L'Unione Sarda, 12 gennaio 2011.