Home Ultime Economia. Vapore energetico nella centrale di Ottana?
Economia. Vapore energetico nella centrale di Ottana? PDF Stampa
Lunedì 17 Gennaio 2011 10:02

 

Come abbattere i costi energetici per i cittadini

 

 

La proposta di realizzare una condotta per le cosiddette utilities tra la centrale di Ottana Energia e l'area industriale è stata presentata tre anni fa al ministero dello Sviluppo economico. Lo ricorda in una nota l'Ufficio del contratto d'area che ha sede in Provincia e di cui è responsabile unico il presidente Roberto Deriu.

 

Una iniziativa tornata oggi di attualità e rilanciata dal consigliere regionale Paolo Maninchedda che vede nell'utilizzazione del vapore prodotto nella centrale gestita dal gruppo Clivati una concreta misura per abbattere i costi energetici della zona industriale e degli stessi cittadini con la possibilità di allaccio alle abitazioni.

 

Una indicazione che l'Uffico del contratto d'area aveva inserito nella richiesta di rimodulazione delle risorse inviata al Ministero dello sviluppo economico il 31 dicembre 2008, si legge nella nota, «il Governo, a causa della lentezza dell'iter burocratico, degli accordi sottoscritti e mai finanziati (con la sola eccezione delle risorse stanziate, già spese, da parte della Provincia di Nuoro) e dei tagli alle rimodulazioni dei Contratti d'area ha invece impedito, ad oggi, la realizzazione di una così importante infrastruttura industriale».

 

Ora il Comitato promotore del Contratto d'area, ritenendo strategici l'integrazione dei servizi ed il coordinamento funzionale tra le diverse aree della zona industriale di Ottana «ha già dato avvio, con atti ufficiali, ad un progetto di infrastrutturazione che per troppi anni è rimasto inattuato».

 

L'Unione Sarda, 17 gennaio 2011.

Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Gennaio 2011 10:07