Home Ultime Regione Sardegna: lavoro e ammortizzatori sociali
Regione Sardegna: lavoro e ammortizzatori sociali PDF Stampa
Lunedì 17 Gennaio 2011 11:40
Garantiti gli ammortizzatori sociali anche per il 2011
Firmato nella sede dell'assessorato regionale del Lavoro, l'accordo quadro che consente di concedere o rinnovare per il 2011 i trattamenti a sostegno dei lavoratori in mobilità e in cassa integrazione. "Per tamponare gli effetti della crisi - ha spiegato l’assessore Manca - la Regione sta utilizzando tutti gli ammortizzatori sociali disponibili, con l’obiettivo di non lasciare nessuno per strada".
"Giungiamo all'atto della firma, preceduto da tavoli tecnici, - ha sottolineato il componente della giunta Cappellacci - con anticipo rispetto allo scorso anno. Questo consentirà di evitare buchi nell’erogazione degli ammortizzatori sociali, garantendo una continuità mai verificatasi negli ultimi anni".

Il documento, al di là delle linee guida (e degli allegati tecnici che le accompagnano), chiama i firmatari, per quanto di competenza, a precisi impegni.

"Per tamponare gli effetti della crisi - ha spiegato l’assessore Manca - la Regione sta utilizzando tutti gli ammortizzatori sociali disponibili, con l’obiettivo di non lasciare nessuno per strada. L’uso di tali strumenti, tuttavia, deve procedere in parallelo con la messa in atto delle politiche attive del lavoro, che rappresentano una priorità in quanto consentono di imprimere una svolta nell’andamento del mercato del lavoro regionale”.

Tra le novità sottoposte alle parti contraenti, la presentazione delle istanze relative alla proroga e alla concessione della cassa integrazione attraverso il sito dedicato del Sil-Sardegna. Tale procedura consentirà di snellire e semplificare l’iter finora seguito e sarà successivamente estesa alle pratiche di mobilità. E ancora: la gestione degli esuberi attraverso percorsi di riqualificazione professionale e reinserimento lavorativo all’interno dei piani industriali delle aziende interessate e delle iniziative di investimento nei diversi territori. C’è poi l’impegno della Regione, attraverso le risorse del Fondo regionale per l’occupazione, a favorire l’inserimento dei lavoratori non ricollocabili diversamente nei programmi di reimpiego e formazione. Nel corso del 2010 nell’Isola sono stati quasi 10 mila i lavoratori che hanno beneficiato degli ammortizzatori sociali previsti nell’accordo: 2196 hanno usufruito della mobilità in deroga (per un impegno di 31 milioni e 899 mila euro) e 7512 (di 545 aziende) della cassa integrazione in deroga (103 milioni e 151 mila euro), con un onere di 135 milioni di euro.