Home Ultime Class action anche individuale
Class action anche individuale PDF Stampa
Mercoledì 04 Agosto 2010 11:06

Le azioni collettive a tutela di intere categorie di cittadini non sono più appannaggio esclusivo delle associazioni dei consumatori.

Dal 1° luglio 2009, questa la data fissata per il battesimo della versione italiana della class action, anche un singolo cittadino potrà dare l'avvio alla procedura.

Depositando la sua richiesta in uno degli undici Tribunali competenti, scelti trai principali capoluoghi di regione che, dopo una verifica dei requisiti di ammissibilità, dovranno dare l'opportuna pubblicità affinché anche gli altri consumatori, nelle stesse condizioni del primo, che ritengano cioè di avere subito il medesimo danno, possano ad uno ad uno aggiungere le proprie firme in calce al cahier de doléances. Sono queste alcune delle novità contenute nell'emendamento del Governo approvato martedì scorso dalla commissione Industria del Senato e inserito nel corpo del Ddl Sviluppo, collegato alla Finanziaria.

Qualcosa di più di semplice ritocco della versione originaria, la cui entrata in vigore è stata più volte posticipata (l’ultimo rinvio, al prossimo 1° luglio, lo si deve al milleproroghe, decreto legge 207/08).

Altra novità è poi nell'ampliamento dei casi in cui l'azione collettiva può essere proposta.

 

 

L'articolo completo di Andrea Maria Candidi pubblicato da Il Sole 24Ore è inserito nella Rassegna Stampa presente nell'area Ufficio Stampa.