Home Ultime «Non ci saranno più tasse sul demanio»
«Non ci saranno più tasse sul demanio» PDF Stampa
Mercoledì 16 Febbraio 2011 09:45
Finanziaria regionale
Ma Sabatini chiede lo stralcio delle norme sulle concessioni

CAGLIARI. Il collegato alla Finanziaria regionale potrebbe introdurre una nuova tassa: «Si tratta del canone regionale sulle concessioni demaniali marittime, in misura pari al 50% del canone dovuto allo Stato», ha affermato ieri Franco Sabatini (nella foto), del Pd. La notizia è stata però smentita da Nicola Rassu, assessore regionale agli Enti locali.
 «Il sovracanone regionale per i titolari di concessioni turistico ricreative esiste dal 2001 ed è in vigore da oltre dieci anni», spiega Nicola Rassu, «la Giunta intende ridurre il canone attenuando gli oneri concessori gravanti su chi garantisce i servizi primari alla balneazione».
L’assessore ricorda inoltre che il sovracanone viene devoluto dalla Regione come ulteriore fonte di copertura finanziaria per i Comuni costieri, al fine di soddisfare le esigenze connesse alla manutenzione delle spiagge.
«La norma che viene portata all’attenzione del Consiglio regionale», conclude Rassu, «tende a effettuare soltanto una perequazione degli oneri attualmente in carico alla categoria, attribuendone una parte ai concessionari operanti nel settore della nautica da diporto». Il gruppo del Pd - ha annunciato Franco Sabatini - chiederà comunque l’immediato stralcio dell’articolo due che è stato inserito nel disegno di legge, collegato alla legge Finanziaria. «In caso contrario», conclude Sabatini, «mi schiererò a fianco dei concessionari che da anni garantiscono i servizi primari alla balneazione».

La Nuova Sardegna, 16 febbraio 2011.