Home Ultime La Regione e la vertenza entrate
La Regione e la vertenza entrate PDF Stampa
Giovedì 10 Marzo 2011 00:00

Cappellacci fa il punto

 

 

Politica: Cappellacci fa il punto sulla vertenza entrate

 

Mario Bruno (Pd): «C’è poco da esultare si son persi due anni».

 

 

 

Cagliari. «La battaglia per la vertenza entrate richiede la massima coesione». Lo sostiene il presidente Cappellacci che chiede di illustrare i termini della vertenza in una seduta allargata alle forze sociali.

 

Il presidente del Consiglio Claudia Lombardo, che il regolamento conosce a memoria, ha convocato i capigruppo per stamani. Lombardo ha fatto sapere che la richiesta del governatore «preclude la possibilità che nel dibattito intervengano i parlamentari sardi e i rappresentanti delle forze sociali ed economiche.

 

Il regolamento», spiega la presidente in una lettera a Cappellacci, «prevede che nelle sedute ufficiali dell’assemblea possano intervenire solo i consiglieri regionali e i componenti della Giunta».

 

 

Mario Bruno (Pd): «Vorremmo conoscere lo schema delle norme d’attuazione. Non c’è niente da esultare: come hanno affermato i giuristi, interpellati dalla Regione, le norme di attuazione non sono necessarie per dare effettività all’articolo 8 dello Statuto. Sono stati persi due anni».

 

Adriano Salis (Idv): «Subito in aula il testo dell’accordo. I consiglieri non possono essere esclusi».

 

 

 

L'Unione Sarda del 10.03.2011.