Home Ultime Regione: le politiche per la famiglia
Regione: le politiche per la famiglia PDF Stampa
Martedì 15 Marzo 2011 09:12

Le intenzioni della Giunta

 

 

Le politiche per la famiglia

 

 

«Il compito della politica deve essere quello di difendere e sostenere la centralità della famiglia e di rimuovere i tanti ostacoli che oggi rischiano di minarne l'esistenza». È il messaggio emerso dal convegno “La Famiglia, centro strategico delle politiche regionali”, organizzato dalle associazioni “Via libera” e “Sardegna Famiglia”, al quale sono intervenuti l'assessore regionale del Bilancio Giorgio La Spisa, la consigliera regionale del Pdl Simona de Francisci e diversi rappresentanti di associazioni nazionali del settore.
È necessario ripensare a politiche di intervento sociale, fiscale e tariffarie», ha detto Simona De Francisci, presidente dell'associazione Sardegna Famiglia, «politiche per il rilancio della famiglia. Bisogna arrivare in fretta a una legge regionale-quadro che faccia sintesi tra le varie proposte di legge (tre del Pdl, una del Pd e una dei Riformatori)».
LE LEGGI
«Si parla tanto di sostegno alle famiglie ma non si va di pari passo con le leggi. Dopo la riforma sanitaria, l'obiettivo dichiarato e strategico è quello di iniziare in commissione Sanità l'iter consiliare che porterà a una legge quadro in tempi molto brevi».
Giorgio La Spisa ha sottolineato che «questo convegno è un'iniziativa di cultura politica che non vuole affrontare il tema della famiglia in modo astratto ma arrivare a delle proposte concrete che possono tradursi in norme legislative e atti amministrativi».
L'esponente della Giunta ha proseguito, sottolineando «che importanti sono le esperienze vissute in altre regioni italiane». L'attuale maggioranza in consiglio Regionale «ha fondato il programma di sviluppo sul valore della persona, che non è solo un individuo ma un insieme di relazioni di cui la prima è quella che si costruisce nella famiglia».
Uno sviluppo senza la valorizzazione della famiglia è monco: per questo il Consiglio regionale deve arrivare presto all'approvazione di un testo di legge per il suo rilancio».
Olimpia Tarzia, consigliere regionale del Lazio (lista Renata Polverini) e presidente della commissione regionale Scuola ha portato la sua esperienza descrivendo la sua proposta di legge di riforma e riqualificazione dei consultori familiari per la tutela della maternità:
«Negli anni i consultori si sono troppo sanitarizzati e per questo è necessario restituire loro l'aspetto sociale di accoglienza e aiuto alla famiglia».
L'Unione Sarda del 15.03.2011