Home Ultime Spese legali, rimborsi limitati
Spese legali, rimborsi limitati PDF Stampa
Mercoledì 04 Agosto 2010 12:47



Sono rimborsabili, alla luce della sentenza del Consiglio di stato. sez, V. 12 febbraio 2007, le spese legali sostenute da alcuni amministratori, sottoposti ad un procedimento penale conclusosi con l'assoluzione piena per quasi tutte le fattispecie di reato, e con «l'estinzione per prescrizione » di un solo reato? Non esiste una disposizione che obblighi il comune a tenere indenni gli amministratori delle spese processuali sostenute in giudizi penali concernenti imputazioni oggettivamente connesse all'espletamento dell'incarico, espressamente prevista, invece, per i dipendenti comunali. La disposizione di cui all'art. 28 del Ccnl dei dipendenti degli enti locali del 14/9/2000 è stata considerata dalla giurisprudenza «applicabile in via retroattiva ed anche in via estensiva agli amministratori e non solo ai dipendenti pubblici, ma si è ritenuta limitata ai procedimenti giurisdizionali, senza che ciò escluda tuttavia la rimborsabilità delle spese sopportate in sede di indagine penale, potendosi fare ricorso alla azione di ingiustificato arricchimento» (cfr Consiglio di stato, sez. VI, sent. n. 536712004). Tale estensione è stata giustificata «in considerazione del loro status di pubblici funzionari » In forza di tale norma «hanno titolo al rimborso delle spese legali il dipendente e quindi l'amministratore locale, sottoposti a giudizio penale per fatti o atti direttamente connessi all'espletamento del servizio e all'adempimento dei compiti d'ufficio, sempreché il giudizio non si sia concluso con una sentenza di condanna e non vi sia conflitto di interessi con l'amministrazione di appartenenza» (cfr. Cons. di stato, sez. V. sent. n. 3946/2001).

 

Nella medesima decisione. Il Consiglio di stato ha comunque evidenziato la sostanziale eccezionalità del rimborso delle spese legali e ha ribadito, con richiamo alla giurisprudenza ordinaria che, ai fini del rimborso è necessario accertare che le spese siano state sostenute a causa e non semplicemente in occasione dell'incarico e sempre entro il limite costituito dal positivo e definitivo accertamento della mancanza di responsabilità penale degli amministratori che hanno sostenuto le spese legali.

 

 

L’articolo completo pubblicato da Italia Oggi è inserito nella Rassegna Stampa presente nell’area Ufficio Stampa.