Home Ultime Accade a Oristano
Accade a Oristano PDF Stampa
Venerdì 18 Marzo 2011 00:00
«Esautorato il Consiglio»
Marras: «Siamo stati tenuti fuori da qualsiasi decisione»
ORISTANO
 
 
La giornata di festa per i 150º dell’Unità d’Italia ha fatto trascorrere una giornata tranquilla al presidente De Seneen. Ciò non significa che le cose vadano meglio. Anche gli ultimi atti del capo dell’esecutivo provinciale hanno continuato a alimentare tensioni. I consiglieri, ma anche gli assessori, hanno infatti scoperto l’esistenza di un “Piano di priorità degli interventi della Provincia” solo perchè lo stesso è stato pubblicato sul sito internet dell’ente.
Il caso è stato sollevato in aula dal consigliere indipendente Peppino Marras, che sull’argomento ha anche presentato un’interrogazione urgente. «Il presidente continua ad agire in solitudine, senza concordare e comunicare - dice Marras -.
Sul sito web della provincia compare questo piano e nessuno, dagli assessori ai dirigenti, ne sapeva alcunché. È stata una cosa concordata e decisa tra il presidente De Seneen e il dirigente Ugo Boca». Marras, nella sua interrogazione, ricorda che «l’organo di indirizzo è ancora oggi il Consiglio provinciale, anche per ciò che riguarda ogni tipo di programma, le relazioni previsionali e programmatiche, i piani finanziari, i programmi triennali e elenco annuale dei lavori pubblici, i bilanci annuali e pluriennali, i programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione, eventuali deroghe ad essi, pareri da rendere per dette materie».
Invece di questo piano l’assemblea non sapeva alcunché: «Non ha mai discusso né ha mai avuto l’opportunità di discutere questo Piano di priorità», ha aggiunto Marras che ha anche chiesto al presidente della Giunta se quello pubblicato sul sito web dell’ente sia un documento definitivo o una semplice proposta e «come mai l’organo sovrano di indirizzo, cioè il Consiglio provinciale, è stato tenuto fuori dal merito di questo Piano». Marras chiede anche di sapere se il Piano «è di questa Giunta e anche della maggioranza consiliare che la sostiene» e su quali basi «sono state individuate come priorità le opere e i progetti previsti».
Nel mirino finisce quindi, ancora una volta, il “Metodo de Seneen”, già così duramente contestato da larghi settori della maggioranza che ha criticato con termini non proprio gentili («arroganza» e sinonimi vari) diversi passaggi dei primi mesi di attività del presidente della Provincia. Certo, l’attacco dell’opposizione ha un impatto minore.
Ma c’è una continuità, che tra l’altro accomuna Provincia e Comune. Anche in municipio, infatti, il sindaco è sotto il tiro di una parte della maggioranza con motivazioni analoghe a quelle che stanno mandando in crisi la Provincia.
La Nuova Sardegna del 18.03.2011