Home Ultime Zaia: «Subito gli stipendi»
Zaia: «Subito gli stipendi» PDF Stampa
Mercoledì 13 Aprile 2011 10:37
Economia 
Il governatore del Veneto: «La trattativa va chiusa nelle prossime ore»

 

 

Anche Cappellacci da Bruxelles invita alla cautela: «Evitiamo altre facili illusioni».
Venezia. «Siamo nella imbarazzante situazione di 90 lavoratori, la metà dei 180 della Vinyls non in cassintegrazione, obbligati a lavorare non stipendiati, per garantire la sicurezza degli impianti». Lo ha sottolineato il governatore veneto Luca Zaia. «È uno di quei classici contenziosi collettivi che faranno giurisprudenza e speriamo che entro domani si saldino i 1.200.000 euro delle tre mensilità di stipendi arretrati, altrimenti il tavolo salta.
Eppure, i nostri competitors Francia e Germania ci dicono che la chimica ha un futuro». Su Gita: «Fonti governative - ha detto Zaia - considerano il fondo affidabile, ma, al momento, possiamo solo incrociare le dita e aspettare: vogliamo credere fino in fondo che la trattativa per il futuro di Vinyls si possa chiudere, anche se sinora abbiamo assistito solo a rinvii rispetto ad una chiusura positiva della vicenda che sembrava a portata di mano ogni giorno delle ultime otto settimane. Ora l’ultimatum è tassativo: se gli stipendi non saranno pagati entro le prossime 24 ore, la trattativa con gli svizzeri salterà».
Nel pomeriggio il governatore Zaia ha incontrato gli operai dello stabilimento di Porto Marghera: «Per prima cosa niente sindrome da abbandono - ha detto - perché il Veneto, la Regione, le istituzioni sono al vostro fianco. Per quanto mi riguarda - ha agginuto - è la prima volta che vedo affrontare con tanta dignità una situazione del genere».

La Nuova Sardegna, 13 Aprile 2011