Home Normativa RISORSE UMANE Pa - Completate le istruzioni per il conto annuale 2010
Pa - Completate le istruzioni per il conto annuale 2010 PDF Stampa
Pa - Completate le istruzioni per il conto annuale 2010
La rilevazione dei dipendenti concede solo un mese di tempo
IL TEMA CENTRALE - Fari puntati sulla distribuzione delle risorse previste nei fondi delle intese decentrate

Sono state completate le istruzioni per la compilazione del conto annuale delle spese di personale del 2010. Nella circolare n. 15 del 3 maggio 2011 la Ragioneria generale dello Stato ha definito adempimenti, scadenze e modalità di trasmissione dei dati. Le tabelle – come «Il Sole 24 Ore» è in grado di anticipare – raccolgono tutte le informazioni giuridiche ed economiche dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni e vanno inviate attraverso l'immissione diretta in Sico, con la modalità web o attraverso gli appositi kit di excel. Per la maggior parte dei contratti i termini della rilevazione sono fissati dal 3 al 31 maggio 2011: Servizio sanitario nazionale, enti pubblici non economici, Regioni ed enti locali, università. Con riferimento alle altre aree di contrattazione sono ancora da definire tabelle e scadenze. La principale novità riguarda l'acquisizione e la gestione direttamente in Sico dei dati provenienti dalle istituzioni del Servizio sanitario nazionale fino a oggi gestite diversamente. Anche alcune tabelle hanno subito dei ritocchi. Ad esempio nello schema che identifica i dipendenti presenti nell'amministrazione la dotazione organica diventa un dato obbligatorio; la sua mancata adozione comporta un messaggio bloccante. La scheda informativa 1 raccoglie come sempre alcune notizie di natura generale. Vi sono però alcune novità dovute agli sviluppi normativi degli ultimi mesi. Innanzitutto viene richiesta la spesa sostenuta nell'anno per l'acquisto di buoni lavoro (voucher) per prestazioni di lavoro occasionale accessorio.

L'attenzione degli ultimi anni è stata alta sulle assenze per malattia: con questa rilevazione vengono invece introdotte apposite caselle sull'utilizzo dei permessi di cui alla legge 104/92 e all'articolo 42, comma 5 del Dlgs 151/2001. Infine anche i trattenimenti in servizio vengono monitorati nel dettaglio. Specificatamente per il comparto Regioni e enti locali sono da precisare alcune informazioni sulla composizione della "Polizia Locale" e sugli incarichi di direttore generale. Scompare all'interno della Tabella 13 la necessità di suddividere le assenze tra primo e secondo semestre tornando a rilevare per l'intera annualità le tipologie della malattia, permessi, congedi e le aspettative.

Sugli aspetti contabili è invece comparsa una nuova colonna per la registrazione degli incentivi alla progettazione interna, ex Merloni. Come sempre, particolare attenzione viene data alla Tabella 15 e alla Scheda informativa n. 2 relative alla contrattazione integrativa decentrata. La prima raccoglie i dati per competenza della costituzione e utilizzo del fondo del salario accessorio. Le risorse vanno divise per quanto riguarda l'entrata in voci di natura stabile (o consolidata) e voci di natura variabile inserite di anno in anno (aggiuntive). Nel versante dell'utilizzo bisogna invece suddividere i compensi tra quelli che derivano da scelte da contratti integrativi antecedenti e quelle che sono state invece decise nell'anno dell'accordo. La scheda informativa 2 ripropone le domande del precedente esercizio. Particolarmente interessante è la sezione che cerca di anticipare le fasce della riforma Brunetta obbligando gli enti a ipotizzare come sarebbero le stesse con i dati della produttività attualmente erogata. © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Il Sole 24Ore - 5 maggio 2011

Gianluca Bretagna