Home Ultime Guerra all'atomo
Guerra all'atomo PDF Stampa
Giovedì 12 Maggio 2011 10:01

manifestazione a Nuoro

 

Manifestazione a Nuoro: guerra all'atomo

 

A pochi giorni dal referendum consultivo che inviterà i sardi a esprimersi contro (mettendo la croce sul sì) o a favore (mettendo la croce sul no) dell'installazione nell'Isola di centrali nucleari e di siti per lo stoccaggio di scorie radioattive, il comitato Contr'a su nucleare ha fatto tappa ieri sera a Nuoro. In un'affollata assemblea coordinata da Franceschino Nieddu, responsabile per Nuoro del comitato, si sono avvicendati gli interventi di Gianluigi Deiana (Contr'a su nucleare) e di Mariella Cao (“Gettiamo le Basi”).
«La Sardegna è già penalizzata dalle basi militari - ha spiegato Nieddu - e non può accettare passivamente l'atomo». Gli effetti negativi della presenza di centrali nucleari sarebbero molteplici secondo i membri del comitato che ha 200 adesioni e tremila firme in tutta l'isola, in rappresentanza di cittadini, associazioni e forze politiche di tutti gli schieramenti.
«Le centrali nucleari hanno bisogno di tantissima acqua e la loro localizzazione nell'isola comporterebbe di sicuro un aumento delle tariffe di una risorsa già scarsa». Secondo il comitato Contr'a su nucleare la posizione del Governo centrale sarebbe ambigua. «Il Governo ha rinviato il referendum, separandolo da quello sulla privatizzazione dell'acqua pensando che la gente potrebbe ripensarci», precisa Nieddu.
Domani sera a Cagliari ci sarà la manifestazione di chiusura della campagna referendaria.
L'Unione Sarda del 12.05.2011