Home Ufficio Stampa Europa, Enti Locali: Premiati i superdottori
Europa, Enti Locali: Premiati i superdottori PDF Stampa
Martedì 17 Maggio 2011 00:00

 

Cagliari. Ai laureati con 110 e lode vanno mille euro. Il rettore: «Borse di studio finanziate con il 5 per mille».

Centodieci e lode, bacio accademico e un premio di mille euro per aprire il conto in banca in attesa di trovare lavoro.

Per il secondo anno consecutivo, l'Università ha premiato i suoi studenti migliori nell'ambito della politica di valorizzazione del merito voluta dal rettore, Giovanni Melis...

 

I PREMIATI

 

 

Ventuno i neolaureati insigniti di una pergamena speciale e una borsa di studio di mille euro. Sono Davide Melis (Architettura), Francesco Siddi, Luca Tronci (Economia), Roberta Marongiu, Stefania Solinas (Farmacia), Alessandra Dessì, Emanuela Sedda (Giurisprudenza), Nicola Carta, Marco Meletti (Ingegneria), Alice Lampis, Isaura Peddis (Lettere e Filosofia), Miriam Sorace, Manuela Tegas (Lingue e Letterature straniere), Roberta Demuro, Alessandro Muroni (Medicina), Claudia Marceddu, Carmen Pavanetto (Scienze della Formazione), Monica Sanna, Daniela Stacca (Scienze), Silvia Biancareddu, Silvia Delrio (Scienze politiche).

 

 

LA CERIMONIA

 

 

È stato come laurearsi per la seconda volta. Neodottori in giacca e cravatta, dottoresse in tailleur. Sala invasa da parenti e amici commossi, armati di macchina fotografica e mazzi di fiori. Entusiasmo alle stelle e applausi scroscianti. In prima fila i presidi delle facoltà e il presidente dell'Associazione degli industriali, Alberto Scanu.

 

 

LE REAZIONI

 

 

«Un riconoscimento gratificante dopo un duro lavoro», ha commentato il cagliaritano Alessandro Muroni, neodottore in Medicina, «ringrazio i colleghi con cui ho condiviso sei anni di studio e ringrazio il professor Giuseppe Mercuro che mi ha fatto amare la cardiologia». «Sono felice ed emozionato», ha detto Nicola Carta, neoingegnere di Santa Giusta, «non credevo di essere fra i migliori, è stata una sorpresa. Rispetto alla laurea, questo riconoscimento è ancora più appagante. Festeggerò con un'uscita con gli amici».

 

 

LA SORPRESA

 

 

Soddisfatta Alice Lampis (Lettere e Filosofia). «Il giorno della discussione della tesi ero più emozionata, ma anche oggi ho provato sensazioni forti. Spero di trovare subito lavoro. Vorrei insegnare latino e greco. I miei genitori sono felicissimi.

 

Gli amici invece non sanno niente. Avevo intenzione di far loro una sorpresa sabato, ma l'articolo sul giornale scompaginerà i miei piani». «Le borse di studio», ha rivelato il rettore, «sono state finanziate con i proventi del 5xmille.

 

I premiati si sono distinti per la media dei voti negli esami e per la votazione di laurea».

 

Tutti hanno concluso il percorso in corso e tre, Carmen Pavanetto, Luca Tronci e Roberta Demuro, lo hanno terminato in anticipo.

 

 

L'Unione Sarda del 17 Maggio 2011.