Home Ufficio Stampa Ambiente e territorio: Quirra? Come per la Thyssen
Ambiente e territorio: Quirra? Come per la Thyssen PDF Stampa
Lunedì 23 Maggio 2011 09:09
Il caso Quirra come l'inchiesta sull'incidente nello stabilimento torinese delle acciaierie Thyssen nel quale hanno perso la vita sei operai.
L'ex colonnello Tobia Santacroce (oggi in pensione) adesso risulta indagato per omicidio volontario con dolo eventuale. 
Il quadro giuridico è cambiato (da omicidio plurimo colposo contro ignoti, restano anche le ipotesi di disastro ambientale, falso, omesso controllo) in corso d'opera, mano a mano che il quadro su quel che è accaduto nel poligono militare di Perdasdefogu-Quirra dal 1970 a oggi, appare più chiaro agli occhi del Procuratore di Lanusei, Domenico Fiordalisi, e agli uomini della Squadra mobile e della Forestale di Nuoro...

 

 

Ambiente e territorio : Quirra? Come per la Thyssen

 

 


Ipotesi di reato: omicidio volontario con dolo eventuale.
Il caso Quirra come l'inchiesta sull'incidente nello stabilimento torinese delle acciaierie Thyssen nel quale hanno perso la vita sei operai. L'ex colonnello Tobia Santacroce (oggi in pensione) adesso risulta indagato per omicidio volontario con dolo eventuale.
Il quadro giuridico è cambiato (da omicidio plurimo colposo contro ignoti, restano anche le ipotesi di disastro ambientale, falso, omesso controllo) in corso d'opera, mano a mano che il quadro su quel che è accaduto nel poligono militare di Perdasdefogu-Quirra dal 1970 a oggi, appare più chiaro agli occhi del Procuratore di Lanusei, Domenico Fiordalisi, e agli uomini della Squadra mobile e della Forestale di Nuoro.
SIMILITUDINI
Le analogie tra le due inchieste, quella sostenuta contro i dirigenti della Thyssen dal Procuratore Raffaele Guariniello a Torino, e questa portata avanti dalla Procura di Lanusei sull'eventuale rapporto tra le attività del poligono e le malformazioni negli animali e la morte per tumore dei pastori, non sono disquisizioni giuridiche.
Il presupposto investigativo, l'ipotesi - tutta ancora da dimostrare, ovviamente, ma oggi al vaglio della Procura - è che i vertici della Difesa sapessero che lo svolgimento di determinate attività tra Perdasdefogu e Quirra avrebbero creato la contaminazione di pascoli, acqua e aria e quindi avrebbero potuto favorire l'insorgenza dei tumori nella popolazione. Sotto accusa quindi i test di armi all'uranio impoverito, il brillamento di esplosivi dismessi provenienti da tutta Italia, le sperimentazioni dei motori dei razzi e chi li ha organizzati.
 
THYSSEN
La Corte di Assise di Torino ha accolto la tesi dell'accusa nel processo per la morte dei sei operai dello stabilimento Thyssen, condannando un mese fa in primo grado l'amministratore delegato della società tedesca a 16 anni e mezzo di carcere (13 anni per altri dirigenti).
Il generale Santacroce non sarebbe l'unico indagato. Altri ufficiali sarebbero finiti sotto inchiesta e sarebbero stati convocati per alcuni interrogatori nei prossimi giorni.
 
I TEST
Il Procuratore Fiordalisi mantiene il più fitto riserbo sul caso, come ha fatto fin dall'avvio di questa delicata inchiesta che per la prima volta in Italia mette sotto accusa un poligono in funzione dal 1956, teatro di esercitazioni militari delle Forze armate della Nato e non solo.
La base fin dagli anni Sessanta è stata affittata dalle più importanti industrie belliche del mondo anche per la dimostrazione di nuove armi;
in passato (anni Ottanta) sarebbe stata sede delle sperimentazioni di un propulsore per un missile a testata nucleare che poi sparì dai programmi strategici del Governo italiano (stando a quanto compare nel libro “L'Italia radioattiva” del giornalista Marco Mostallino); ancora oggi ospita i test degli oleodotti che una società partecipata Finmeccanica (la C.S.M.) vende anche in Russia e Cina.
L'URANIO
Soprattutto i brillamenti avrebbero creato un disastro ambientale capace di contaminare pascoli e falde acquifere, secondo il pm.
I consulenti del Procuratore Fiordalisi avrebbero trovato uranio impoverito nelle ossa di un agnello nato con due teste a Quirra. Da qui la decisione di riesumare le salme di 19 pastori morti attorno al poligono.
Alla ricerca di eventuali sostanze radioattive. Studio affidato al fisico Lodi Rizzini, atteso dall'intera comunità scientifica internazionale. E da chi aspetta la verità su Quirra.
L'Unione Sarda del 23.05.2011.