Home Ufficio Stampa Entro il mese i fondi per i corsi di formazione
Entro il mese i fondi per i corsi di formazione PDF Stampa
Mercoledì 01 Giugno 2011 07:14
Buone notizie per gli ex addetti alle pulizie dei treni della Geas.
Entro giugno ciascun lavoratore riceverà dalla Regione i contributi per lo svolgimento dei corsi di formazione professionale, come stabilito dagli accordi sottoscritti a dicembre per far cessare lo sciopero che aveva paralizzato la circolazione dei treni.
L'annuncio dell'Assessorato regionale del Lavoro è arrivato giovedì scorso al termine di un vertice in prefettura richiesto dalle organizzazioni sindacali.
 Presenti i componenti dello staff dell'assessore Franco Manca.
Latitante invece Trenitalia che, pur invitata, ha scelto di non sedere al tavolo delle trattative.
Nei giorni immediatamente precedenti, il sindacato Salpas Orsa aveva attaccato duramente la società che gestisce il trasporto pubblico su rotaia nell'Isola, perché la stessa non starebbe rispettando gli accordi.
«I nostri legali hanno inoltrato formale richiesta per l'invio immediato degli ufficiali giudiziari nella sede di Trenitalia», ha riferito il segretario regionale del Salpas Orsa, Davide Fenu, «e le procedure di pignoramento verranno espletate presto.
Questo perché, nonostante i nostri appelli, Trenitalia non ha corrisposto le spettanze dovute agli ex dipendenti della Geas, che ora lavorano per un'Ati costituita dalle ditte Medigas e Coopservice».
C'era inoltre il problema del mancato riconoscimento, da parte dell'Assessorato regionale del Lavoro, dei 250 euro mensili promessi a ogni lavoratore per lo svolgimento dei corsi di formazione.
«In questo caso l'emergenza è rientrata», afferma Sandro Bianco, segretario regionale della Filt-Cgil, «perché i rappresentanti dell'assessore Manca si sono impegnati a corrispondere entro giugno due quote arretrate relative ai mesi di marzo e aprile. Meglio tardi che mai».
L'Unione Sarda del 1 Giugno 2011.