Home Ultime Regione Sardegna oggi
Regione Sardegna oggi PDF Stampa
Lunedì 13 Giugno 2011 08:22
«Giunta e Consiglio si aiutino»
La riunione di sabato è stata proficua ma per dare una svolta alla legislatura sarà necessario recuperare il rapporto tra Giunta e Consiglio.
Ne è convinto Michele Cossa, segretario regionale dei Riformatori, che chiede impegno e determinazione non sono al governatore Cappellacci ma anche ai partiti. Come si esce da questa situazione di stallo?
«Buttandosi a capofitto nella risoluzione dei problemi più urgenti».
Ad esempio? «Bisogna approntare e approvare subito due provvedimenti di legge su sanità e risorse idriche». Come pensate di cambiare l'organizzazione del comparto sanitario?
«È necessario approvare immediatamente una legge che porti a un miglioramento nell'efficienza dei servizi che quotidianemente vengono forniti ai cittadini. Senza perdere di vista la necessità di ridurre progressivamente il deficit: va tenuto sotto controllo, ne non vogliamo finire nell'elenco delle Regioni-canaglia».
E la questione-acqua? «Vediamo anzitutto come va il referendum. Ma dovremo comunque salvaguardare il ruolo dei Comuni e della Regione.
Quest'ultima dovrà rafforzare il suo ruolo, visto che è l'ente che spende di più». Quali segnali si aspetta dopo gli aut aut di Cappellacci? «Giudico positivo il chiarimento di sabato, ora bisogna mostrare più coesione.
La Giunta deve coinvolgere di più il Consiglio, l'assemblea deve essere più celere e produttiva». I franchi tiratori sul collegato sono un prodotto delle scorie post-elezioni? «La sconfitta non è colpa di qualcuno in particolare ma di tutta la coalizione. La gente ci ha manifestato insoddisfazione, significa che qualcosa abbiamo sbagliato.
Sarebbe un errore non tenerne conto e non cambiare marcia». È vero che i Riformatori valutano l'appoggio esterno alla Giunta? «Si tratta di invenzioni pure, quest'ipotesi non è mai stata all'ordine del giorno. Noi confermiamo un sostegno convinto ma non acritico all'esecutivo. Un sostegno che chiamerei propositivo». Come, nell'immediato? «Sono in fase di approvazione le leggi sui campi da golf e sui poli turistici.
Serve una risposta immediata, sullo stesso modello di quella fornita dalla Giunta a proposito della flotta sarda. Dobbiamo dare soluzioni credibili sul tema del lavoro e dell'occupazione stabile».
L'Unione Sarda del 13 Giugno 2011.