Home Ultime Europarlamento e Sardegna
Europarlamento e Sardegna PDF Stampa
Martedì 14 Giugno 2011 08:19
«Si è riaffermata la legalità»
 
UGGIAS (IDV)
 
CAGLIARI. Giommaria Uggias è l’unico europarlamentare europeo della Sardegna.
Il referendum visto da Bruxelles, dice, ha un significato preciso:
«È la riappropriazione di una dimensione civica da parte degli italiani contro chi vuole stare oltre la legge». Questo perché al di là del merito, ovviamente fondamentale e decisivo per il risultato ottenuto, i quesiti hanno assunto anche un valore politico nei confronti del premier che aveva invitato gli elettori a disertare le urne.
«Dobbiamo ricordare che il referendum non è nato dal nulla: l’Italia dei valori», sostiene l’eurodeputato sardo, «in due anni ha raccolto le firme per il legittimo impedimento e per gli altri referendum assieme al Comitato per l’acqua. È una vittoria dei cittadini».
Sul nucleare, poi, nessuno ha mai voluto mettere in dubbio la spinta che c’è stata, gioco forza, per la tragedia accaduta in Giappone: «Ma noi siamo assolutamente convinti dell’ineluttabile necessità di denuclearizzare», spiega Giommaria Uggias.
Per l’esponente dell’Idv, in definitiva, questo referendum segna, da una parte, il trionfo riportato nella consultazione e dall’altra l’opportunità di aver contribuito «ad avviare a smontare il berlusconismo».
La Nuova Sardegna del 14.06.2011