Home Ufficio Stampa Il sindaco di Cagliari taglia le auto blu degli assessori
Il sindaco di Cagliari taglia le auto blu degli assessori PDF Stampa
Martedì 28 Giugno 2011 08:03

Il sindaco Zedda

taglia le auto blu degli assessori. 

Dopo il taglio degli assessori (da tredici a dieci), anche il taglio delle auto blu: le macchine prese in leasing dal Comune per i componenti dell'esecutivo diventeranno, dal prossimo anno, solo quattro.
Sarà una riduzione progressiva, di cui i membri della Giunta sono già stati informati.
A settembre non verrà rinnovato il contratto di cinque auto (Fiat Bravo, colore grigio metallizzato, 1.4 di cilindrata). A ottobre andranno via altre tre, a gennaio del 2012 poi le ultime cinque.
L'intenzione del sindaco Massimo Zedda è di avviare una sorta di car sharing tra gli assessori: le macchine in questi anni sono rimaste spesso ferme nei garage comunali per lungo tempo.
Ora le Fiat verranno condivise dalla Giunta, come a breve potrebbero fare anche i dirigenti comunali e i funzionari dei vari servizi del municipio. Il bilancio approvato dall'esecutivo guidato da Emilio Floris infatti prevede la riduzione delle auto comunali, che da 200 diventeranno 150.
In futuro i dipendenti dovranno prenotare tramite un call center le macchine di servizio. Scadrà nel 2012 invece il contratto di leasing della Bmw del sindaco. Zedda in questo primo mese in Municipio ha usato pochissimo la berlina, rimasta quasi sempre parcheggiata nell'atrio del palazzo di via Roma.
Anche se nonostante le battute post-elezione («Questa la vendiamo», aveva detto Zedda entrando in Municipio il giorno della vittoria al ballottaggio) difficilmente il primo cittadino rimarrà senza auto di rappresentanza.
IL CONSIGLIO
Giovedì si riunirà la conferenza dei capigruppo in Consiglio comunale, che insieme all'ufficio di presidenza programmerà i lavori dell'aula di Palazzo Bacaredda.
Ieri si è costituito il gruppo Federazione della Sinistra-Rossomori: ne fanno parte Giuseppe Andreozzi ed Enrico Lobina, nominato capogruppo. «Non si tratta - spiegano i due consiglieri - solamente di un gruppo tecnico. Partendo da una visione comune sul futuro di Cagliari, intendiamo dare il nostro contributo, unitario e originale, alla coalizione che governa la città».
La prossima riunione del Consiglio comunale potrebbe essere tra una settimana: all'ordine del giorno, la composizione delle commissioni comunali.
L'Unione Sarda.