Home Ufficio Stampa Su Quirra parla l'ex ministro della Difesa Parisi
Su Quirra parla l'ex ministro della Difesa Parisi PDF Stampa
Martedì 05 Luglio 2011 09:48

Sanità e affari sociali: «Mai danneggiati i militari e i cittadini».

Appassionato e chiaro: «La Difesa mai farebbe qualcosa contro gli italiani e mai contro i suoi militari.

Il ministero ha una grande responsabilità che è quella di difendere la Repubblica e mai farebbe qualcosa contro i propri uomini, contro i propri cittadini»...

 

 

 Arturo Parisi, ex ministro della Difesa, siede nell'assemblea parlamentare della Nato a fianco del collega Antonello Cabras, ma sul caso del Poligono di Quirra lui non ha dubbi: «Aspettiamo con rispetto la fine dell'inchiesta, ma sono certo della bontà del lavoro della Difesa».

 

 

Più critica la sua posizione sulla crisi libica: «Della Libia vorrei dimenticare in fretta sia il viaggio d'andata, con l'amicizia pericolosa con il rais Gheddafi, sia quello di ritorno: un intervento militare voluto dall'Onu per proteggere la popolazione civile, ma dai modi e dalla condotta su cui non si può essere del tutto d'accordo».

 

 

Sul ritorno dei sassarini in Afghanistan sottolinea la necessità «di stare in piedi all'interno dell'alleanza e partecipare alle scelte strategiche.

 

 

Decisioni non unilaterali, ma neanche subirle. La Brigata Sassari riparte per l'Afghanistan e farà bene come le altre volte». Reg. Trib. di Cagliari - Decreto n. 12 del 20-11-1948 - P.I. 02544190925 -

 

 

 

Copyright © L'Unione Sarda. Articolo edito il 5 Luglio 2011.

Ultimo aggiornamento Martedì 05 Luglio 2011 09:53