Home Ufficio Stampa Sardegna. Pronti a riscrivere la continuità territoriale per gli aerei
Sardegna. Pronti a riscrivere la continuità territoriale per gli aerei PDF Stampa
Martedì 26 Luglio 2011 10:10
Il governatore: a settembre la conferenza dei servizi Per dare slancio allo sviluppo dell'economia della Sardegna e garantire il diritto alla mobilità dei sardi, la Regione è pronta a riscrivere le regole della continuità territoriale aerea.
«Sarà convocata certamente ai primi di settembre la conferenza dei servizi per la continuità territoriale aerea», ha annunciato ieri a Olbia il presidente della Regione, Ugo Cappellacci.
Il governatore si trovava nel capoluogo della Gallura per la firma dell'accordo sulla convenzione dei lavori di deviazione della statale 125 attorno allo scalo gallurese.
«Perseguiamo - ha detto Cappellacci - una continuità che rappresenti non solo uno strumento per garantire effettività e stabilità al diritto alla mobilità dei sardi, ma anche la via per aprire le porte del Mediterraneo e dell'Europa alla nostra Isola e al suo sistema economico».
Lo schema di continuità in vigore è quello approvato nel 2008, scaduto nel 2010 e attualmente in fase di proroga.
MERIDIANA
Il presidente si è soffermato anche sulle vicende che riguardano la compagnia sarda, Meridiana fly, che solo qualche giorno fa ha annunciato la fusione con Air Italy per dare vita a una società leader nei voli charter.
«In queste ore l'operazione Meridiana ha compiuto significativi passi in avanti, che costituiscono un'ottima base per un percorso proficuo per quella che, da sempre, abbiamo considerato nostra compagnia di bandiera e che riteniamo possa diventare tale in senso più compiuto e concreto».
L'Unione Sarda del 26 Luglio 2011.