Home Ufficio Stampa Istituzioni, Europa, Enti Locali: Piano neve, soldi addio.
Istituzioni, Europa, Enti Locali: Piano neve, soldi addio. PDF Stampa
Lunedì 01 Agosto 2011 07:47

Fonni.  Sfumato il progetto per l'impianto sciistico sul Bruncuspina Oltre al danno e alla beffa, che brutta figura. 

Non bastava la storia di dieci anni fa - quando il famoso (e fumoso) Piano neve svanì assieme ai 14 miliardi di lire finiti in perenzione e ai guai giudiziari dei tecnici della Provincia -, ora la Regione rivuole indietro i 5 milioni di euro stanziati nel 2008 (Giunta Soru) per la stazione sciistica di Bruncuspina...

 

 

 

Il punto è che il Comune di Fonni non ha rispettato i termini per l'appalto dei lavori (aprile scorso), e così i soldi che dovevano servire a guarire la montagna maltrattata e a rilanciare il turismo montano verranno destinati alla realizzazione di altre opere pubbliche in Sardegna.

 

 

 L'ASSEMBLEA

 

 

Un'eredità pesante, anzi una vera patata bollente, per la Giunta comunale insediatasi nel maggio scorso quando a vincere le elezioni fu una lista civica col candidato a sindaco Stefano Coinu, 46 anni, funzionario regionale.

 

«È possibile che la pratica riguardante il Bruncuspina possa essere ripescata nell'ambito di un emendamento all'ultimo collegato alla Finanziaria e ci permetta di ottenere una proroga al 31 dicembre, ma - sottolinea il primo cittadino - non posso nascondere che sarà molto difficile, se non impossibile, fare in quattro mesi quel che non è stato fatto in un paio d'anni. Ora, non sto qui a dare le colpe per ciò che è avvenuto, ma è vero che per noi sarà una proroga capestro». In Municipio, comunque, si lavora per trovare possibili soluzioni.

 

 

«Se dovessimo avere la proroga, possiamo pensare a una formula come l'appalto-concorso che ci permetterà di ottimizzare i tempi affidando tutte le incombenze al vincitore», ipotizza Stefano Coinu.

 

Intanto, questo pomeriggio alle 19, è in programma una seduta del consiglio comunale: all'ordine del giorno, tra l'altro, la comunicazione alla cittadinanza del rischio concreto dell'addio ai 5 milioni di euro del progetto Bruncuspina.

 

 

POLEMICHE IN PISTA

 

 

L'iter cominciò a incepparsi nella primavera dello scorso anno quando il concorso di progettazione internazionale per la riqualificazione del Bruncuspina finì negli ingranaggi della giustizia amministrativa.

 

Vinse uno studio catanese (IngTech), ma il Comune (sindaco Tonino Coinu) sospese il procedimento con la motivazione dell'autotutela quando tre studi di progettazione presentarono ricorso al Tar e in Municipio fu depositato un ricorso gerarchico. Tanti, poi, i dissapori all'interno della stessa maggioranza riguardo il progetto. Sono passati i mesi, è cambiata la Giunta comunale. Ora la Regione rivuole i soldi.

 

Fonni rischia di perdere il suo futuro.

 

 

L'Unione Sarda.