Home Ultime La Maddalena. Le diserzioni istituzionali diventano la costante dell’evento
La Maddalena. Le diserzioni istituzionali diventano la costante dell’evento PDF Stampa
Venerdì 06 Agosto 2010 08:30

In seguito al comunicato spedito dal nostro Ufficio stampa che annunciava ai media  l’incontro dell’ufficio di presidenza del CAL Sardegna convocato a La Maddalena nei giorni scorsi, e cioè lunedì 7 Dicembre, i  quotidiani locali, le radio e le tv regionali hanno più volte citato il Consiglio delle Autonomie Locali, anche per quanto concerne la modifica della legge regionale numero 1 del 17 gennaio 2005.

Per opportuna conoscenza, vi informiamo che oggi, su la Nuova Sardegna, è stato pubblicato l’ennesimo articolo che cita il nostro Consiglio delle Autonomie mentre ieri, a pagina 37, sempre La Nuova Sardegna raccontava: “La Maddalena. Le diserzioni istituzionali diventano la costante dell’evento “Dall’isola all’isola”, ovvero il G26 declassato a G7. Neanche il consiglio delle Autonomie locali solleva il basso indice di gradimento dell’iniziativa. Il comunicato ufficiale del Cal annunciava la partecipazione di numerosi sindaci e presidenti delle province, in arrivo dai diversi comuni dell’isola. Ma nell’ex arsenale, nel conference di cristallo sospeso sull’acqua, non serviva la calcolatrice per contare i presenti. C’era la presidente Pietrina Murrighile con i fedeli consiglieri Elio Casu, Nino Nicoli e Francesco Carbini, il presidente del Medio Campidano Fulvio Tocco, un assessore della provincia Ogliastra, il sindaco di Piscinas. Da Cagliari è arrivato il presidente del Cal e della provincia di Cagliari, Graziano Milia. Davanti a un mini pubblico, in crisi d’aria per le temperature da sauna della gabbia di cristallo, ha invitato a pensare positivo. «Da sempre sono abituato a vedere il bicchiere mezzo pieno ed è così che voglio vedere questo evento, al di là delle polemiche - dice Milia -. Ha fatto bene la presidente Murrighile a tenere qui la riunione del consiglio delle autonomie, per affrontare le tematiche della Maddalena, un’isola con un’economia da riconvertire, ma anche della strada Olbia-Sassari, una arteria che non è solo un problema di sicurezza, ma di crescita e apertura del territorio». Nessun dubbio da parte del sindaco Angelo Comiti che ha ribadito il suo appoggio all’iniziativa della Provincia. «Chi non c’è non ha mai ragione - ha dichiarato -. Chi non è venuto ha sbagliato. Questo evento segna l’inizio di una maggiore presa di coscienza dei sardi verso questa struttura che appartiene al popolo sardo». La mattinata si è conclusa davanti al buffet marinaro, preparato dal Consorzio dei ristoratori maddalenini con il supporto dell’associazione Cuochi della provincia. Oggi ultima giornata nell’ex arsenale dedicata alla solidarietà alle madri in carcere”.

 

La nota dell'addetto stampa del CAL Sardegna Marcello Polastri è inerita nella Rassegna Stampa presente nell'area Ufficio Stampa.