Home Ufficio Stampa Comune di Cagliari: ecco i redditi dei consiglieri
Comune di Cagliari: ecco i redditi dei consiglieri PDF Stampa
Mercoledì 23 Novembre 2011 08:47
Il palazzo comunale di CagliariNews dal municipio di Cagliari.
In tre non dichiarano i guadagni del 2010, come richiesto dal presidente Ninni Depau.
Stipendi e proprietà immobiliari dei rappresentanti dei cagliaritani.
Il regolamento del Consiglio comunale lo prevede dal 2008, ma fino ad ora nessuno aveva fatto rispettare l'articolo 50, quello che disciplina la «Pubblicità della situazione patrimoniale dei consiglieri».
Invece è stata una delle prime preoccupazioni del presidente dell'Aula Ninni Depau, accolta non senza qualche perplessità tra i banchi di Palazzo Bacaredda, dove comunque i guadagni non sono quelli della Regione o del Parlamento: un massimo di 1.500 euro lordi al mese.
 
 
Tra qualche giorno le dichiarazioni dei redditi, le proprietà immobiliari e le partecipazioni azionarie in società e le auto dei consiglieri saranno pubblicate sul sito internet del Comune.
 
 
LA PUBBLICAZIONE
 
 
Gli uffici del segretario generale Renzo Serra hanno terminato il lavoro di «scrematura» dei dati presentati dai 40 amministratori e dal sindaco tra luglio e ottobre, e ora le tabelle sono pronte. Quasi tutti hanno obbedito alla richiesta fatta dalla presidenza del Consiglio.
Solo in tre hanno preferito non dichiarare i guadagni del 2010: Claudio Cugusi (che ha però indicato le case e le auto di proprietà), Maurizio Porcelli e Marisa Depau. Uno dei primi a consegnare il modulo distribuito in Aula durante le prime sedute della consiliatura è stato Massimo Zedda, che sulla «trasparenza» ha basato la campagna elettorale.
Il sindaco, consigliere comunale e regionale, lo scorso anno ha guadagnato 113.083 euro.
L'avvocato Giuseppe Andreozzi, eletto con i Rossomori ha dichiarato 73.556 euro. Francesco Ballero (Pd), anche lui avvocato, ha indicato il reddito del 2009: 17.291 euro. Il capogruppo del Pd Davide Carta, ingegnere chimico ha invece un'entrata annua di 55.847 euro.
Qualcosa in meno hanno dichiarato invece i consiglieri dell'Udc Paolo Carta (47.133 euro) e Gianni Chessa (dipendente Asl, 46.112 euro), mentre il sardista Paolo Casu (funzionario dell'azienda sanitaria 8) ha guadagnato 41.432 euro.
NEL PD.
Giovanni Chessa del Pd, medico del Brotzu, nel 2010 ha guadagnato 68.896 euro.
Giorgio Cugusi, consigliere comunale e regionale ha dichiarato 72.419 euro, mentre il presidente del Consiglio Ninni Depau, ex funzionario di banca, ha guadagnato 48.034 euro, mentre Sebastiano Dessì, consigliere alla prima esperienza nel gruppo di Sel, ha dichiarato 31.272 euro.
Giovanni Dore, avvocato, ha guadagnato nel 2009 126.162 euro, mentre Massimo Fantola, professore universitario e ex senatore ha dichiarato 180.298 euro.
Il consigliere comunale e regionale Edoardo Tocco ha guadagnato 104.827 mila euro: nello stesso partito (Pdl) il capogruppo Giuseppe Farris ne ha dichiarato invece 67.684.
Chi invece ha la dichiarazione dei redditi più bassa è il giovane avvocato del Pd Fabrizio Rodin: appena 3.995 euro.