Home Ultime I volontari sardi a Samugheo:
I volontari sardi a Samugheo: PDF Stampa
Lunedì 28 Novembre 2011 09:02
 solidarietà alla famiglia Urru
 
 
 
Gian Piero Farru, presidente di Sardegna Solidale: liberate la ragazza.
Un grido unanime che ieri si è alzato nella piazza di Samugheo dal mondo del volontariato sardo per l'immediata liberazione di Rossella Urru, la cooperante rapita più di un mese fa in Algeria insieme a due collegi spagnoli.
Già agli inizi del mese l'appello era stato fatto proprio dalla Conferenza regionale del Volontariato che si era riunita a Tramatza.
E in quell'occasione il presidente regionale di Sardegna Solidale Gian Piero Farru aveva proposto di ritrovarsi il 27 tutti a Samugheo in occasione de “Le piazze della solidarietà”.
 
LA VISITA
 
 
E ieri mattina una delegazione composta dal presidente regionale di Sardegna solidale, dal collega Antonio Sanna presidente della sezione di Samugheo, dalla coordinatrice regionale Nanda Sedda e dall'assessore ai Servizi sociali Sara Olla ha incontrato la famiglia di Rossella Urru.
«Questa voleva essere una giornata di vicinanza ai familiari di Rossella e a tutta la comunità samughese che vive da settimane questo dramma», spiega l'assessore Olla.
«Per noi era doveroso recarci dalla famiglia Urru per esprimere vicinanza e solidarietà.
Alle associazioni di volontariato chiediamo di farsi portavoce per la liberazione di Rossella con le autorità che si stanno occupando della vicenda», afferma Gian Piero Farru.
 
LA SCULTURA
 
 
Ieri a Samugheo si è parlato di volontariato in tutte le sue sfaccettature. Ma non solo, in serata si è svolta la cerimonia di deposizione di un seme di pietra realizzato dall'artista sardo Pinuccio Sciola. La serata è poi proseguita con spettacoli folk e un buffet a base di prodotti locali.
LENZUOLI BIANCHI
 
 
 Intanto continua a raccogliere sempre più adesioni l'iniziativa di esporre lenzuoli bianchi dalle finestre di case private ed edifici pubblici.
Dopo il Classico di Oristano e quello di Laconi, e lo Scientifico del capoluogo, qualche giorno fa anche gli studenti dell'istituto magistrale San Giuseppe di Oristano hanno deciso di far sventolare dalla finestra dell'istituto di via La Marmora un telo bianco.

L'Unione Sarda