Home Ultime Da 37 giorni nelle mani dei guerriglieri
Da 37 giorni nelle mani dei guerriglieri PDF Stampa
Lunedì 28 Novembre 2011 09:04
Sequestro
 
 
Il sequestro
 
Da trentasette giorni non si hanno più notizie di Rossella Urru.
Da quando nella notte tra il 22 e il 23 ottobre scorso la giovane volontaria di Samugheo è stata rapita nel campo profughi saharawi di Rabboni in Algeria insieme a due colleghi spagnoli.
Nessuna rivendicazione ufficiale, anche se quasi certamente i tre volontari sono nelle mani di al Qaeda.
Da subito c'è stato massimo impegno della diplomazia italiana per la liberazione di Rossella e degli altri sequestrati.
E, intanto, proprio alcuni giorni fa c'è stata una svolta nelle indagini sul sequestro. I servizi segreti algerini hanno arrestato quattro membri del Fronte Polisario nel campo di Rabboni.
I militanti sono stati portati via a bordo di un aereo speciale verso la sede dell'intelligence algerina nella capitale, dove saranno sottoposti a interrogatori e indagini accurate per capire come sono legati con i rapitori di Rossella.
La notizia dell'arresto è apparsa in uno dei più importanti quotidiani marocchini. In Sardegna, intanto, cresce la mobilitazione per non dimenticare la giovane.