Home Ufficio Stampa Azione comune per la Sardegna? Lo dice il Presidente della Regione
Azione comune per la Sardegna? Lo dice il Presidente della Regione PDF Stampa
Martedì 29 Novembre 2011 09:01

 "La proposta dell'onorevole Sabatini va nella direzione più volte auspicata di quella coesione sociale necessaria per affrontare le grandi questioni della nostra Isola".

Così il presidente Cappellacci, che nei giorni scorsi ha invitato la politica e la società sarda a portare avanti iniziative comuni dinanzi al Governo nazionale, ha commentato le dichiarazioni del vicepresidente della commissione Bilancio del Consiglio regionale.



"In passato abbiamo dimostrato - prosegue il presidente della Regione, che nei mesi scorsi ha restituito la tessera del Popolo della Libertà per denunciare le mancate risposte sulle vertenze ancora aperte con il Governo nazionale - di non avere remore né timori reverenziali nei confronti di nessuno".

"Ora occorre sincronizzare la politica - prosegue Cappellacci - con i tempi della nostra società.

 

Per farlo è necessario dedicare attenzione non tanto all'appartenenza politica quanto a quell'agenda Sardegna densa di questioni attinenti al rapporto Stato - Regione, accumulatesi nei decenni. In questa fase cruciale per il Paese e per l'Isola la nostra gente non desidera politici occupati a urlare e a tapparsi le orecchie.

 

Dal rimpallo della responsabilità occorre passare all'assunzione di responsabilità e uscire dalla campagna elettorale permanente.

 

 

Siamo disponibili al dialogo aperto sia a tutte le forze politiche che alle parti per presentare in maniera il più possibile unitaria le idee, i progetti, le aspirazioni di un Popolo Sardo che nello spirito autonomista dello Statuto intende determinare il proprio futuro".

 

 

Dal sito della Regione autonoma della Sardegna.