Home Ultime Referendum,
Referendum, PDF Stampa
Sabato 31 Dicembre 2011 00:00
 ok le firme Il voto forse a maggio

Obiettivo: radicali cambiamenti istituzionali in Sardegna
CAGLIARI
In poco meno di un mese il movimento referendario sardo ha raccolto 30mila firme per i dieci referendum proposti un mese e mezzo fa.
Ieri mattina, nella biblioteca del palazzo di giustizia di Cagliari, i promotori le hanno consegnate raccolte in 52 faldoni. L’obbiettivo dei referendari è quello introdurre forti cambiamenti istituzionali in Sardegna.
Al primo posto c’è l’abolizione delle Provincie, seguita dall’elezione diretta del presidente della Regione, con l’obbligo delle primarie per tutte le coalizioni.
Un quesito propone la riduzione a 50 del numero dei consiglieri regionali e un altro la creazione di una assemblea costituente per riscrivere lo Statuto sardo.
La Nuova Sardegna