Home Ufficio Stampa INTERVISTA Graziano Delrio Presidente Anci
INTERVISTA Graziano Delrio Presidente Anci PDF Stampa
Lunedì 16 Gennaio 2012 11:30

«In arrivo un aiuto ai piccoli centri»

«Bisogna individuare strumenti per inviare la segnalazione all'agenzia delle Entrate attraverso filtri, aiuti e anche terzi». Per questo l'Anci si metterà a disposizione per aiutare soprattutto i piccoli centri che possono avere difficoltà nell'inviare input sull'evasione riscontrata al fisco. Ad anticiparlo è Graziano Delrio, presidente dell'Associazione nazionale dei comuni italiani e sindaco di Reggio Emilia. Da primo cittadino ha sperimentato i risultati della collaborazione tra i suoi uffici municipali e l'amministrazione finanziaria che ha portato a individuare un imponibile non dichiarato di oltre un milione di euro. Tanto è vero che il comune ha istituito e progressivamente rafforzato una task force dedicata a scoprire gli evasori (al momento conta sei unità oltre a chi la coordina).

Presidente, perché il modello emiliano è un'eccellenza nella collaborazione con il fisco?

Il segreto è che l'agenzia delle Entrate ha fatto dei comuni il proprio alleato principale, perché conoscono le situazioni e possono segnalarle.

Il caso Cortina e le successive reazioni testimoniano che non c'è la stessa sensibilità per una lotta all'evasione dal basso...

Il fatto che ci si stupisca dei controlli vuol dire che c'è ancora molta strada da percorrere. Quando diventa regolare l'attività di verifica non servono più interventi spettacolari, ma ogni tanto c'è anche bisogno di elementi simbolici per indicare che si fa sul serio.

Ma da cosa dipendono i ritardi finora accumulati?

Si possono individuare tre cause. In primo luogo, non tutti gli strumenti erano a disposizione, anche se l'esperienza dell'Emilia Romagna insegna che ingegnandosi è possibile raggiungere risultati. Poi la difficoltà che c'è sempre stata e continua a rimanere tra diversi settori dell'amministrazione pubblica: bisogna parlarsi, fidarsi, coordinarsi per focalizzare il lavoro e capire che l'evasione va combattuta tutti insieme superando l'eccessiva tendenza al frazionamento. Infine, la difficoltà dei centri minori nel procedere a operazioni molto mirate ma poiché l'Italia è costituita da tante piccole comunità servono soluzioni flessibili e largamente utilizzabili.

Che cosa pensate di fare?

L'Anci nazionale sta lavorando a istituire un meccanismo di filtro in modo da supportare i Comuni a inviare segnalazioni mirate ed efficaci all'agenzia delle Entrate. Nelle prossime settimane presenteremo il progetto.

Sarà una sorta di canale alternativo che li aiuterà a costruire la segnalazione. G. Par.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Al vertice. Graziano Delrio

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Gennaio 2012 11:33