Home Ultime Finanziaria regionale: dalla settimana prossima al via esame in Consiglio
Finanziaria regionale: dalla settimana prossima al via esame in Consiglio PDF Stampa
Giovedì 07 Novembre 2013 14:35

Potrebbero scattare da martedì 12 novembre i 37 giorni di sessione di Bilancio in Consiglio regionale e quindi la Finanziaria snella da 6,441 miliardi varata dalla Giunta regionale potrebbe essere approvata entro la fine del 2013.

E' quanto emerso durante la conferenza stampa del presidente della Regione, Ugo Cappellacci, e dell'assessore della Programmazione, Alessandra Zedda, che ha dato la disponibilità per la prima audizione in Commissione Bilancio proprio per martedì prossimo. Nei sette articoli del ddl rientrano 60 milioni del fondo per lo sviluppo e la competitività che saranno usati prioritariamente alle opere immediatamente cantierabili, ai programmi integrati d'Area (Pia) all'abbattimento del carico fiscale sulle Accise (la proposta della giunta al Consiglio sarà quella di una riduzione di almeno il 50%) e degli oneri impositivi, in particolare l'Imu e agli incentivi a favore delle imprese per l'abbattimento dei costi per l'export e i trasporti oltre l'isola di produzioni sarde. Buone notizie anche per la nautica: le aree attrezzate per per la sosta in acqua delle unità da diporto e il pernottamento dei turisti vengono chiamate "marina resort" e equiparate agli alberghi e altra strutture ricettive. Prevista così anche agevolazioni sull'Iva che per il settore nautica sarà al 10%. Ulteriori 45 milioni di euro saranno utilizzati per il fondo per l'occupazione, cioè per finanziare il programma straordinario per il lavoro, ma anche per anticipare i sussidi degli ammortizzatori sociali (cassa integrazione e mobilità). Confermati i 580 milioni per il fondo unico degli enti locali, mentre 203 milioni sono destinati al fondo per la non autosufficienza (programmi personalizzati a favore dei disabili gravi, programma ritornare a casa, integrazione socioassistita, ecc.). Per le Università la proposta di bilancio della Giunta prevede 22 milioni per il fondo agli Atenei e 147,6 milioni dell'edilizia universitaria, 335,6 mln per la viabilità e 243,3 mln per gli interventi nelle strutture sanitarie. Nell'articolato compare anche un provvedimento per la semplificazione il contenimento della spesa che contiene norme sul personale e sull'organizzazione dei servizi che sono già oggetto di confronto con il Consiglio regionale per superare l'eventuale bocciatura come "norme intruse". (ANSA).