Home Ultime Corte conti: bacchettate a Regione su fondi a Università . Appello rettori Cagliari Sassari,"così non ce la possiamo fare"
Corte conti: bacchettate a Regione su fondi a Università . Appello rettori Cagliari Sassari,"così non ce la possiamo fare" PDF Stampa
Mercoledì 18 Dicembre 2013 15:30
Soldi in ritardo, problemi sulla programmazione degli impieghi e sulla rendicontazione. Sono alcuni dei rilievi mossi dalla Corte dei Conti, sezione di controllo per la Regione, nell'indagine sui finanziamenti alle Università di Cagliari e Sassari nel corso dell'adunanza pubblica di questa mattina nella sede di via Lo Frasso. Il relatore Roberto Angioni, pur riconoscendo in alcuni casi la mancanza di una legislazione specifica che possa risolvere i problemi, ha suggerito alla Regione di dotarsi di apposita regolamentazione per disciplinare le modalità e i tempi di rendicontazione. Tutto questo per far sì che si possa chiaramente evincere "il riferimento delle spese sostenute alle attività dei singoli enti di formazione finanziate dai contributi regionali". Presenti all'audizione anche i rettori degli atenei di Cagliari e Sassari, Giovanni Melis e Attilio Mastino. "Dal 2009 in poi - ha spiegato Melis - per il mondo universitario è cambiato, anche con il finanziamento ridimensionato, tutto: questo ha significato non soltanto difficoltà gestionali ma anche nuove logiche nel rapporto con la Regione". Anche Sassari non sorride. "Questa è una buona occasione - ha detto il rettore Mastino - per riflettere sullo stato degli atenei oggi. Avvertiamo una forte preoccupazione: abbiamo chiuso il 2013 con un disavanzo e sul bilancio 2014 andremo in pareggio ma solo con un aumento della contribuzione studentesca. Speriamo che la Regione ci possa aiutare". La seconda audizione della mattinata ha riguardato la gestione della società partecipata dalla Regione Fase 1 srl (ricerca e sviluppo farmaci): si va, lo ha annunciato la Regione stessa, verso la trasformazione in Fondazione.