Home Ultime Elezioni: online Politiche.it per democrazia partecipata
Elezioni: online Politiche.it per democrazia partecipata PDF Stampa
Lunedì 13 Gennaio 2014 13:49

Ad un mese dalle elezioni regionali nasce in Sardegna il primo social network aperto a tutti i cittadini e ai candidati, Le politiche.it.

I primi potranno "districarsi nella giungla elettorale", mettendo a confronto i programmi, visionando i profili dei politici e commentando i contenuti. I candidati, invece, potranno far conoscere le proprie idee e programmi in maniera sintetica (massimo 12 punti e tremila battute), proponendo temi e lanciando messaggi e sondaggi. Vietati, invece, i video e le foto. Le "trasmissioni" per i politici si concluderanno il 15 febbraio per rispettare il silenzio elettorale e riprenderanno il 17, subito dopo il voto. Tutto in un'unica piattaforma web che si propone di essere "un autentico filo diretto tra cittadini e candidati" - come è stato spiegato stamani dai promotori - che si muoverà tra un portale online e un profilo Facebook e uno Twitter. L'iniziativa, andrà online dal 15 gennaio, il giorno stesso del termine della presentazione in Corte d'Appello a Cagliari dei nomi dei candidati alla carica i governatore dell'Isola. L'idea, probabilmente prima in Italia, nasce dall'iniziativa di due imprenditrici sarde ed è quella di realizzare una vera e propria "democrazia partecipata" attraverso "una sorta di contenitore sulla rete nuovo sociale media", ha detto Roberto Cadeddu, responsabile commerciale di Le Politiche.it. Il progetto è imprenditoriale e quindi ci saranno cinque spazi pubblicitari con degli sponsor fissi. Per i candidati presidenti e i cittadini l'accesso e l'iscrizione sarà gratuita e attraverso una registrazione (anche con il proprio profilo Facebook e Twitter), mentre a pagare saranno i candidati a consigliere regionale. Attualmente sono stati attivati contatti con i principali candidati governatori e una sessantina di aspiranti consiglieri. (ANSA).

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Gennaio 2014 13:54