Home Ultime Rifiuti e acqua, incontro dei presidenti Casti (Cal) e Scano (Anci) con Giunta regionale
Rifiuti e acqua, incontro dei presidenti Casti (Cal) e Scano (Anci) con Giunta regionale PDF Stampa
Giovedì 05 Febbraio 2015 22:16
Cagliari, 5 febbraio 2015 – L'istituzione di un tavolo per la discussione dei costi dello smaltimento rifiuti e l'ipotesi di rateizzazione delle bollette dell'acqua per alleviare il disagio economico che sta vivendo la Sardegna. Il Presidente della Regione Francesco Pigliaru, con gli Assessori della Difesa dell'Ambiente Donatella Spano e dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda, ha incontrato i  presidenti dell’Anci Sardegna Pier Sandro Scano e del Consiglio delle Autonomie Locali della Sardegna Giuseppe Casti per discutere della gestione e del costo di smaltimento dei rifiuti e del gestore del servizio idrico.
ANCI E CAL - Scano e Casti hanno manifestato il grave disagio sociale e la tensione istituzionale che la pressione fiscale e tariffaria prodotta dalle politiche di finanza pubblica sta generando nella società sarda. In particolare è stata sottolineata la connessione tra la crisi dei redditi e il clima di tensione e di ostilità verso le istituzioni che va diffondendosi nell'Isola. L'analisi dei problemi e delle relative possibili soluzioni si è concentrata nell'incidenza della Tari e dei conguagli regolatori di Abbanoa.
RIFIUTI - "Il confronto con ANCI e Cal sui rifiuti, importante e proficuo, si è concluso con l’istituzione di un tavolo congiunto che dovrà elaborare entro trenta giorni una proposta di intervento sulla tariffazione relativa al costo di smaltimento - spiega l'assessore dell'Ambiente Donatella Spano - Questo consentirà prima di tutto ai comuni più virtuosi nella raccolta differenziata di ottenere una riduzione dei costi a tutto beneficio dei cittadini".
GESTIONE DELL'ACQUA - Per quanto riguarda i conguagli regolatori di Abbanoa, l'assessore dei Lavori Pubblici Maninchedda ha comunicato che è in corso una importante interlocuzione con Cassa Conguagli e con l'Autorità per l'Energia per ottenere un'anticipazione e una rateizzazione più compatibili con l'attuale situazione economica della Sardegna. "I contatti sono quotidiani - assicura Maninchedda- e comunque la Regione intende definire la questione prima del 30 marzo, data della scadenza delle prime bollette Abbanoa".
Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Febbraio 2015 22:18