Home Pubblicazioni
Pubblicazioni
manifestazione dei giovani del Sulcis a Cagliari PDF Stampa
Martedì 06 Dicembre 2016 10:09
Una partecipata manifestazione dei giovani del Sulcis, davanti al Palazzo della Prefettura oggi a Cagliari. Ancora una volta i cd. figli della crisi si mobilitano per denunciare il disagio di uno dei territori più poveri d'Italia. Ad Accompagnarli i sindaci dei Territori che hanno sollecitato ed ottenuto un incontro con la prefetta di Cagliari, Giuliana Perrotta.
 
Solidarietà al sindaco Gigi Littarru PDF Stampa
Martedì 06 Dicembre 2016 09:31

 

 

Diversi colleghi sindaci, da Andrea Soddu a Daniela Falconi, da Lino Zedda a Manuela Pintus a Omar Aly Kamel Hassan,  si sono dati appuntamento, oggi 6 dicembre, presso il tribunale di Oristano per esprimere personalmente solidarietà al sindaco di Desulo, Gigi Littarru, convocato davanti al Gup che dovrà decidere sull’accusa di abuso d'Ufficio, contestata dalla Procura della Repubblica di Oristano. Il giudizio è conseguente ad una denuncia degli uffici regionali. Il responsabile dell’Unità di progetto regionale per la lotta contro la Psa, Alessandro Demartini, aveva inviato una segnalazione alla procura oristanese in merito al rifiuto di emissione di un’ordinanza di abbattimento di alcuni maiali che si erano rivelati positivi alla peste suina africana. Il sindaco di Desulo riteneva di non dover emettere quell’ordinanza. Una vicenda che pone parecchi ombre sullo stato delle relazioni istituzionali fra la Regione e le amministrazioni territoriali. Essa è indice evidente della  distanza fra apparati amministrativi che dovrebbero collaborare lealmente alla soluzione delle gravi  crisi del governo regionale. Alle ore 13 è prevista la decisione sul rinvio a giudizio  o sul proscioglimento. Aggiornamento alle ore 13,20 la decisione presa dal GUP Elisa Marras. il sindaco è stato rinviato a giudizio.

Ultimo aggiornamento Martedì 06 Dicembre 2016 12:29
 
lunedì 21 novembre convocati i comizi elettorali per il rinnovo del Consiglio delle Autonomie Locali PDF Stampa
Lunedì 24 Ottobre 2016 09:45

Convocata per lunedì  21 novembre 2016 presso il Consiglio regionale (Via Roma 25, Cagliari), dalle ore 9 alle ore 13, l'assemblea dei sindaci per l'elezione dei componenti elettivi del Consiglio delle autonomie locali.

 

Questo il testo della convocazione inviata ai sindaci dal Presidente del Consiglio regionale dela Sardegna

 

 

Cagliari 21 ottobre 2016

Ai sindaci

Loro sedi

 

Oggetto: Consiglio delle autonomie locali - CONVOCAZIONE

 

Facendo seguito alle precedenti note n. 7169 del 19 luglio 2016 e n. 8185 del 1° settembre 2016, questa Presidenza comunica che l'assemblea dei sindaci per l’elezione dei componenti elettivi del Consiglio delle Autonomie locali è convocata, presso la sede del Consiglio regionale della Sardegna (via Roma n. 25, Cagliari), lunedì 21 novembre 2016, alle ore 9 e che i seggi resteranno aperti fino alle ore 13.   

 
Si ricorda che, ai fini dell'accreditamento, è necessario che i sindaci partecipanti siano muniti di un valido documento di identificazione e che trattandosi di "assemblea di sindaci" l’esercizio del diritto di voto non è delegabile dal sindaco, né sono ammesse altre figure istituzionali.

 

Questa presidenza, inoltre, al fine di fornire una preventiva informazione su alcuni aspetti della vigente normativa regionale in materia precisa che:

  1. Trattandosi di “assemblea di sindaci” l’esercizio del diritto di voto non è delegabile dal sindaco, ne sono ammesse altre figure istituzionali;
  2. Al fine di attuare il principio di parità fra uomini e donne il genere meno rappresentato, calcolato in percentuale sulla base di una rappresentanza che non può essere inferiore alla percentuale di eletti alla carica di sindaco nell’insieme dei comuni della Sardegna, deve essere complessivamente di almeno 7 unità; in considerazione della presenza di due unità del genere meno rappresentato tra i componenti di diritto di cui alla lett. b) dell’art. 3 della legge regionale n. 1 del 2005, il medesimo genere deve necessariamente essere rappresentato da almeno 5 componenti eletti fra i sindaci di cui alle lettere c), d) ed e) del comma 1 dell’art. 3 della medesima legge regionale;
  3. La mancata elezione di almeno tali 5 unità comporta l’applicazione della disposizione di cui al comma 5 dell’art. 4 della legge regionale n.1 del 2005;
  4. La presente comunicazione è inviata, per conoscenza, anche ai sindaci indicati nella lett. b) dell’art. 3 della legge regionale n. 1 del 2005 che, in quanto membri di diritto, non hanno diritto di voto.

Cordiali saluti

Il presidente

Gianfranco Ganau

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Novembre 2016 13:19
 
Eletto il Consiglio metropolitano PDF Stampa
Lunedì 24 Ottobre 2016 09:42

Previsioni rispettate: la lista "Centrosinistra metropolitana" ha vinto ieri le elezioni per il rinnovo del Consiglio metropolitano, conquistando 7 dei quattordici seggi che compongono l'Assemblea della Città metropolitana.

 

Cinque li ha ottenuti la lista di centrodestra "Città in cantiere", uno rispettivamente il "Movimento 5 Stelle" e la lista sardista "Bandelas". Fanno parte del Consiglio i Democratici della lista vincitrice Francesco Lilliu (6764 voti), Fabrizio Rodin (6071), Valter Piscedda (5594), Fabrizio Marcello (5490), Michela Mura (5426), l'esponente di Sel Andrea Dettori (5394) e del Partito dei Sardi Paolo Nicola Schirru (3964 voti). Per il centrodestra di "Città in cantiere" sono stati eletti i riformatori Gabriella Mameli (7156 preferenze "ponderali", la più votata delle elezioni, avvenute nel seggio di palazzo Regio dove a tarda notte si è svolto lo scrutinio) e Salvatore Zuddas (5 mila), Stefano Schirru (4756), Davide Galantuomo (4130) e Martino Sarritzu (3784 voti). Per il Movimento 5 Stelle eletto Simone Carta(3669 voti), per "Bandelas" il sardista Antonino Lobina (4930 voti).

 

Fonte: Pietro Picciau Unione Sarda

 
Enti locali: Assunzioni nei comuni della Regione Autonoma della Sardegna PDF Stampa
Giovedì 08 Settembre 2016 09:31

L’Assessorato regionale degli enti locali, finanze ed urbanistica comunica che nel sito Sardegna Autonomie sono pubblicate la nota protocollo n. 42335 dell’11 agosto 2016 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica e la comunicazione prot. n. 22407 dell’8 giugno 2016 della Direzione generale enti locali e finanze, concernenti il ripristino dell'ordinario regime delle assunzioni negli Enti Locali della Sardegna.


Leggi le note

Comunicazione Direzione generale enti locali e finanze n. prot. 22407 dell’8 giugno 2016 inviata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica
Oggetto: Legge regionale 4 febbraio 2016, n. 2 “Riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna”. Comunicazione

Nota prot. n. 42335 dell’11 agosto 2016 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica
Oggetto: Assunzioni e mobilità regioni e enti locali

 
Il Patto dei sindaci: network dei Comuni per ottenere fondi PDF Stampa
Giovedì 09 Giugno 2016 10:13

La Nuova Sardegna 09 Giugno 2016


MODOLO Il piccolo paese della Planargia guidato dal sindaco Omar Hassan, che ha coordinato i lavori nell'aula consiliare, ha ospitato ieri la riunione da cui è scaturita la firma di adesione al “Patto dei Sindaci”. Una rete di collaborazione fra amministrazioni di piccoli e grandi centri dell’isola, che intendono partecipare in futuro a bandi dell’Unione Europea finanziati da fondi “diretti”, cooperando tra loro, grazie al patrocinio del Consiglio delle autonomie locali e con la collaborazione dell’associazione Focus Europe. Un vero e proprio cambio di passo quello siglato a Modolo, attraverso la firma di un documento che sarà portato a ratifica nei diversi ambiti amministrativi aderenti. Perché la filosofia del “Patto dei sindaci” prevede un vero e proprio cambio di strategia rispetto alla ricerca di risorse comunitarie. Da attuare non più solo guardando alla programmazione dei fondi comunitari da parte della Regione, ma in rete e con una visione che va oltre il campanile per diventare di ampio ventaglio territoriale. Come certifica l’adesione dei comuni di territori anche molto distanti tra loro, visto che ieri a Modolo il patto è stato siglato da sindaci e delegati in arrivo da Nuoro, Oschiri, Carbonia, Thiesi, Piscinas, Bortigiadas, San Basilio, Sant’Andrea Frius, Oniferi, Escalaplano il gruppo di partenza. A cui si sono aggiunti Bosa, Sennariolo, Scano Montiferro, Buggerru, Setzu, Montresta, Oristano, Baradili, Bortigiadas, Tresnuraghes, annuncia il sindaco di Modolo Omar Hassan, nell’incontro a cui hanno partecipato anche i rappresentanti sardi, sede di Cagliari, di Aegee, l’associazione degli stati generali degli studenti europei. Sette gli articoli del patto, preceduti da una lunga premessa che costituisce le basi per l’avvio di un processo di collaborazione che parte dall’esperienza del corso di formazione destinato a giovani amministratori promosso dal Consiglio delle autonomie locali e curato da Focus Europe nei mesi scorsi. Amministratori che, parallelamente ai sempre più scarsi fondi in arrivo da Stato e Regione ed ai bandi regionali su fondi comunitari, vogliono ora cogliere altre opportunità offerte dall’Europa. Con l’intento di collaborare per programmare e realizzare interventi in tema di comunicazione, formazione, progettazione ad esempio. Attraverso un “network” di comuni che coopereranno per presentare proposte progettuali in settori come cultura, mobilità internazionale, partecipazione civica e democratica, sostegno alle piccole e medie imprese, ambiente, ricerca. Per ora un “Patto di amicizia” dice l’articolo 3, con durata fino al 2020, aperto all’adesione di altri centri, che presto deve far nascere specifiche convenzioni per la gestione di concreti progetti legati ai fondi comunitari diretti.

 

di Alessandro Farina

 
A Modolo trenta rappresentanti di altrettanti Comuni siglano un accordo per fare fronte comune PDF Stampa
Giovedì 09 Giugno 2016 10:03

L’Unione Sarda 09 giugno 2016

Il patto per lo sviluppo dei sindaci «Ci uniamo per difenderci dalla crisi»

Modolo non sarà Pontida: comunque i rappresentanti delle Comunità hanno giurato; anzi, firmato. Un accordo, un patto di amicizia e collaborazione, contro la barbara invasione di disoccupazione, spopolamento, mancanza di speranza e di prospettive, che occupa e annulla il desiderio di serenità delle loro genti.
Ieri, nel Municipio del più piccolo ma non ultimo paese sardo, c'erano gli amministratori di 30 Comuni sardi, attorno al tavolo di Omar Hassan, giovane sindaco di Modolo. Di idee e progetti nuovi; di una democrazia dal basso, che legga e interpreti le aspirazioni delle comunità locali, troppo spesso costrette a subire scelte assunte lontano, nei palazzi di un potere che sta troppo in alto per sentire i lamenti dei disoccupati. E dei sindaci costretti ad amministrare solo la povertà.

 


Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Giugno 2016 10:11
Leggi tutto...
 
Deliberazione G.R. Sardegna 25/19 del 03.05.2016 PDF Stampa
Martedì 24 Maggio 2016 09:28

La Giunta Regione Sardegna con la deliberazione n. 25/19 del 03/05/2016 ha modificato la precedente disciplina in materia di predisposizione, adozione ed aggiornamento dei crono programmi procedurali e finanziai di spesa che governerà i procedimenti relativi ai flussi di erogazione delle risorse destinate al finanziamento delle opere pubbliche dal parte della Regione.


Deliberazione n. 25/19 del 03/05/2016

 
Associazione studentesca AEGEE Cagliari PDF Stampa
Lunedì 16 Maggio 2016 10:28

 

 

L'Associazione AEGEE (Association des Etats Généraux des Etudiants de l’Europe ), conosciuta anche come “Forum degli Studenti Europei” , viene fondata nel 1985 a Parigi, per mettere in pratica l'idea di un' Europa unita. Tale organizzazione internazionale si occupa di promuovere la cooperazione internazionale, la comunicazione interculturale e l'abbattimento dei pregiudizi, lo sviluppo di una società democratica, la promozione dei diritti umani, di incentivare la mobilità studentesca e lo sviluppo dell'educazione non formale. E’ un’associazione non governativa, politicamente indipendente e senza scopo di lucro aperta a studenti e giovani lavoratori di qualsiasi facoltà e disciplina. Ad oggi conta 13.000 membri, attivi in più di 200 città universitarie in 40 Stati Europei; ciò la rende la più grande associazione interdisciplinare studentesca europea.

 

 

http://www.aegeecagliari.com

Ogni anno vengono organizzati conferenze, corsi, tavole rotonde, ricerche ed altre manifestazioni su tematiche sociali europee come il multilinguismo, l’allargamento dell'UE e la diversità degli Stati che la compongono come risorsa per il network . Negli ultimi 4 anni più di 6000 ragazzi hanno partecipato a 40 diversi progetti locali e internazionali. Tutti i nostri progetti puntano sul bilanciamento degli strumenti educativi dell’educazione formale, associata ad attività di educazione non formale e ad attività di stage sia nelle istituzioni locali che nazionali ed internazionali.

I soci di AEGEE - Cagliari son tutti ragazzi tra i 18 e 35 anni che collaborano con passione alla realizzazione dei principali progetti.


 
I CAL NELLA RIORGANIZZAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI DELLE AUTONOMIE PDF Stampa
Martedì 26 Aprile 2016 07:41

Consiglio Regionale Toscana
Consiglio delle Autonomie Locali Toscana
Coordinamento nazionale permanente dei Consigli delle Autonomie Locali


Martedì 10 maggio 2016 - Ore 9,30/13,30
Firenze
׀ Sede del Consiglio regionale Toscana ׀ via Cavour 2
CONVEGNO
I CAL NELLA RIORGANIZZAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI DELLE AUTONOMIE

PROGRAMMA

 

9,30 SALUTI: EUGENIO GIANI - Presidente del Consiglio regionale della Toscana

9,45 RELAZIONE INTRODUTTIVA: MARCO FILIPPESCHI - Presidente del Coordinamento nazionale permanente dei CAL, Presidente CAL Toscana

10,15 RELAZIONI: ELENA D’ORLANDO - Professore Associato di Diritto pubblico comparato Università degli Studi di Udine Il Consiglio delle Autonomie locali nel sistema regionale integrato
MASSIMO CAVINO - Professore Associato di Diritto costituzionale Università del Piemonte Orientale


INTERVENTI:
GIORGIO GUERELLO - Presidente Consiglio comunale di Genova, Presidente CAL Liguria

PAOLO LUCCHI - Sindaco di Cesena, Presidente CAL Emilia Romagna

11,00 COFFE BREAK

11,15 RIPRESA DEI LAVORI

RELAZIONI: GERMANO SCARAFIOCCA - Avvocato, collaboratore del Coordinamento nazionale permanente dei CAL "L'organizzazione dei CAL negli ordinamenti regionali. Qualche tentativo di sintesi"
MARIA GRAZIA NACCI - Ricercatore di Istituzioni di Diritto Pubblico Università degli Studi di Bari. Le funzioni dei Consigli delle autonomie locali fra previsioni normative, prassi e prospettive di riforma.


INTERVENTI:
NICOLA MARINI - Sindaco di Albano laziale (RM), Presidente CAL Lazio

GIUSEPPE CASTI - Sindaco di Carbonia (CI), Presidente CAL Sardegna

PIERO ANTONELLI - Direttore nazionale Upi

VERONICA NICOTRA – Segretario generale Anci

13,30 CONCLUSIONE DEI LAVORI

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 6