Home
ANCI e CAL su questione pastori E-mail
Mercoledì 09 Agosto 2017 12:12

 

 

Questione Pastori: Comunicazione congiunta di ANCI Sardegna e Consiglio delle Autonomie Locali

 

Il Presidente di Anci Sardegna Emiliano Deiana e il Presidente del Cal Andrea Soddu esprimono soddisfazione per il lavoro effettuato dalla Giunta Regionale e dai Capigruppo di maggioranza per il recupero delle risorse (35 milioni) a favore del mondo agropoastorale piagato dalla crisi del prezzo del latte e dalla siccità.

L'auspicio è che il contributo straordinario rappresenti davvero i prodromi per una riforma di sistema del comparto agricolo e pastorale della Sardegna che tolga i pastori dalle secche della crisi.

 

Per quanto riguarda il contributo dei Comuni per il comparto agripastorale e zootecnico esso è già nei fatti: annualmente i comuni intervengono sulla viabilità rurale, sulle risorse idriche, sulle attività di promozione delle produzioni locali, sull'organizzazione di una filiera a km zero per quanto concerne le mense scolastiche. I comuni contribuiscono in maniera fortissima alle varie spending review (dichiarate incostituzionali dalla Corte) con un taglio netto fra il 2009 e il 2014 di oltre 300 milioni di euro annui. Aspettiamo che la Regione si schieri al nostro fianco per recuperare questo taglio che potrà essere destinato alle politiche di sviluppo anche del comparto agricolo.

 

I sindaci, in realtà, hanno contribuito anche a far sfociare democraticamente la manifestazione di un settore decisivo per lo sviluppo e la tenuta sociale della Sardegna. I comuni sardi chiedono un'accelerazione nella spendita delle risorse del Psr che tante aspettative hanno creato in particolare sui nuovi insediamenti; chiedono che i fondi del Psr possano integrare il lavoro della Programmazione Territoriale (Misura 5.8) con una modifica dei Programmi Operativi la cui modifica andrebbe trattata con la Commissione Europea; chiedono un aumento - fino ai massimali previsti dalle regole europee - dei fondi dei Gruppi di Azione Locale ancora fermi al palo per i ritardi nelle procedure; chiedono l'approvazione di una Legge Quadro che definisca programmaticamente la funzione sociale del lavoro delle campagne anche in relazione al fenomeno dei cambiamenti climatici e della desertificazione umana e sociale delle aree interne della Sardegna; chiedono che vengano immediatamente programmati i 150 milioni per le aree interne individuati all'interno del Patto per la Sardegna.

 

Emiliano Deiana
Andrea Soddu

 
ANCI Sardegna, CAL e Città Metropolitana di Cagliari propongono un ordine del giorno contro l’ipotesi di fare della Sardegna deposito unico delle scorie nucleari E-mail
Sabato 05 Agosto 2017 10:04

Pubblichiamo la lettera inviata a tutti i Sindaci della Sardegna dal Presidente ANCI Sardegna Emiliano Deiana, dal Presidente CAL Andrea Soddu e dal Sindaco della Città Metropolitana di Cagliari Massimo Zedda per invitare i Sindaci ad adottare l'ordine del giorno su individuazione della Sardegna quale sito unico destinato ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi e il parco tecnologico. 

 


noscorieancical

 
Accordo di Partenariato CAL-EuropeDirect di Nuoro E-mail
Venerdì 28 Luglio 2017 14:19

CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI DELLA SARDEGNA

 

 

Il Consiglio delle Autonomie Locali della Sardegna aderisce  come partner promotore alla proposta che il Comune di Nuoro presenterà alla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea per la selezione dei centri di informazione Europe Direct per il triennio 2018-2020.

 

Con il presente documento il CAL si impegna a:

  • designare un referente  per la gestione dei rapporti con lo Europe Direct Comune di Nuoro.
  • sostenere istituzionalmente, quando di interesse, alla realizzazione e alla promozione sul territorio delle azioni di informazione e comunicazione di rilevante interesse locale, proposte e condivise nel Piano d'azione annuale in conformità con le priorità di comunicazione della Commissione Europea indicate nella Strategia politica annuale.
  • Contribuire all'informazione nel territorio sull'UE conformemente agli orientamenti della strategia di informazione e comunicazione dello Europe Direct del Comune di Nuoro
  • Collaborare alle attività di networking con le altre strutture del Partenariato
  • Organizzare in forma congiunta eventi di informazione e disseminazione sulle politiche europee 2014-2020 di interesse locale
 
Convocazione CAL 21/072017 E-mail
Lunedì 17 Luglio 2017 08:16

0001

 

 

 
Seduta del Consiglio delle Autonomie Locali del 4/07/2017 e Parere su T.U. "Norme in materia di turismo" E-mail
Giovedì 13 Luglio 2017 10:09

CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI DELLA SARDEGNA

 

 

Al termine della riunione del 4 luglio, tenutasi a Nuoro presso il Museo “Francesco Ciusa”, il Consiglio delle Autonomie Locali della Sardegna ha espresso il suo parere riguardo al T.U. “Norme in materia di Turismo”.

 

Il suddetto parere, che riportiamo integralmente in queste pagine, è stato espresso dai sindaci del CAL a seguito dell'incontro pubblico che ha visto la partecipazione degli onorevoli Luigi Lotto e Luigi Crisponi, rispettivamente presidente e vicepresidente della commissione turismo. Era presente anche il presidente della Federalberghi regionale Paolo Manca.

 

Nel documento il Consiglio delle Autonomie Locali, per voce del presidente Andrea Soddu, elogia l'ottimo lavoro della commissione, capace di fare sintesi tra le 14 proposte di legge presentate.

È condivisibile il tentativo di semplificare le norme in materia turistica riclassificando le strutture ricettive, adeguandole alle esigenze di un settore in continua evoluzione.

 

Si chiede invece maggior attenzione su aspetti come la Governance, dove è richiesto un maggior coinvolgimento degli enti locali ed in particolare del CAL che ad oggi non fa parte della conferenza permanente sul turismo, e una maggior attenzione nei confronti delle esigenze dei piccoli comuni.

 

0001_20002_2

 

0003_2

 
AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI ESPERTI E-mail
Mercoledì 12 Luglio 2017 09:47

 

AVVISO PUBBLICO

 

PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI ESPERTI - CONSULENTI- SPECIALISTI 

PER L'AFFIDAMENTO DI INCARICHI

A FAVORE DEL CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLE SUE ARTICOLAZIONI


SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: ORE 13,00 DEL GIORNO 4 AGOSTO 2017


LEGGI L'AVVISO


 
AVVISO PUBBLICO PER L'AFFIDAMENTO DI UN INCARICO DI CONSULENZA MULTIDISCIPLINARE E-mail
Lunedì 10 Luglio 2017 13:57

 

AVVISO PUBBLICO

PER L'AFFIDAMENTO DI UN INCARICO DI CONSULENZA MULTIDISCIPLINARE

A SUPPORTO DEL CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI

 

SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: ORE 13,00 DEL GIORNO 26 LUGLIO 2017


LEGGI L'AVVISO

 
Seduta del Consiglio delle Autonomie Locali del 4/07/2017 E-mail
Giovedì 06 Luglio 2017 15:02

Si è riunito a Nuoro, presso il Museo comunale Francesco Ciusa (ex Tribu), il Consiglio delle Autonomie Locali per discutere del parere riguardante la legge regionale 17/2005 "norme in materia di turismo.

All'incontro erano presenti gli onorevoli Luigi Lotto e Luigi Crisponi, rispettivamente presidente e vicepresidente della V commissione regionale.

 

Di seguito riportiamo la rassegna stampa dell'incontro con gli articoli dei quotidiani "La Nuova Sardegna" e "Cronache Nuoresi"

 

La Nuova Sardegna 5/07/2017 articolo a cura di Gianna Zazzara

 


Ieri al Tribu un incontro sulla proposta di legge sul turismo
Crisponi: «La concorrenza sleale penalizza gli albergatori»

Lotta all'abusivismo
Basta con il far west delle seconde case
NUORO
Basta con il far west delle seconde case e allungamento della stagione turistica. Sono queste le due traiettorie della nuova legge regionale sul turismo che approderà nei prossimi giorni nell'aula del Consiglio regionale. «L'obiettivo - si è augurato Luigi Lotto, consigliere regionale del Pd - è approvarla entro il mese di luglio» .Di turismo si è parlato ieri nel corso dell'assemblea del Consiglio delle autonomie locali convocata dal presidente Andrea Soddu, nel museo Ciusa. Il Consiglio, infatti, dovrà esprimere un parere (non vincolante) su questa legge.«La legge sul turismo era attesa da più di 30 anni, l'ultima risale al 1984, un altro mondo rispetto ad oggi - ha esordito Soddu - La novità più importante è che per la prima volta si parla anche di turismo nelle zone interne. Potrebbe essere un'occasione unica per rilanciare l'economia del Nuorese». La pensa così anche Luigi Crisponi, consigliere regionale dei Riformatori sardi e noto imprenditore del settore alberghiero. «L'obiettivo è valorizzare tutta la Sardegna e non solo le coste». Come? «Puntando soprattutto sulla destagionalizzazione. Ma per far questo bisogna riqualificare le strutture alberghiere. Gli alberghi devono rispettare gli standard internazionali per attirare turisti anche nella bassa stagione: palestre, piscine riscaldate, spa. Per questo è necessario che dopo l'approvazione della legge sul turismo si metta mano alla legge sull'urbanistica».Un altro punto della legge che ha trovato d'accordo tutti è la lotta all'abusivismo. Nel mirino, seconde case, b&b e case vacanza, molto spesso affittate in nero. «La legge ha previsto sanzioni fino a 12mila euro - ha ricordato Crisponi - Gli abusivi penalizzano le attività ricettive tradizionali, bisogna regolamentare il settore. Il peso del turismo sleale, gli affitti in nero insomma, sta aumentando di anno in anno. E non è più sostenibile. Anche perché priva i comuni di risorse importanti». Paolo Manca, presidente di di Federalberghi ( in collaborazione con Gianluca Deriu, della Confesercenti nuorese) ha fatto uno studio sul sommerso in tutte le province sarde. «I numeri sono sconfortanti - ha ammesso Paolo Manca - Il giro d'affari ha numeri paralleli al canale ufficiale. Finalmente la legge all'esame del Consiglio regionale affronta un problema che gli imprenditori alberghieri hanno sollevato da molti anni. Quella dei privati è una concorrenza sleale». E i numeri sembrano dargli ragione. Secondo le cifre ufficiali in Sardegna ci sono 935 alberghi e 2.200 b&b. Accanto al giro ufficiale ce n'è però uno nascosto, fatto di b&b non registrati, di camere e appartamenti affittati per poche notti. «Basta andare su Booking.com per rendersi conto della situazione - ha concluso Crisponi- Ci sono quasi 9mila strutture ricettive a disposizione. Un anno fa erano 6mila». (g.z.)


http://www.cronachenuoresi.it/2017/07/05/il-cal-riunito-a-nuoro-per-esprimersi-sugli-obiettivi-da-raggiungere-nel-settore-turistico/

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 63